Trema la terra, terremoto di magnitudo 4.3 al largo delle Eolie :ilSicilia.it

IL FATTO

Trema la terra, terremoto di magnitudo 4.3 al largo delle Eolie

di
28 Novembre 2021

Un terremoto di magnitudo 4.3 è avvenuto alle 3.52 al largo delle isole Eolie, nel Tirreno Meridionale. Lo riferisce l’Ingv, precisando che il sisma è avvenuto a una profondità di 5 chilometri. Nessun danno è stato segnalato alle persone o alle cose.

Il sisma di questa notte alle 3:52 di magnitudo 4.3 è stato localizzato dalla Rete sismica nazionale nel Mar Tirreno meridionale, circa 25 chilometri a nord-ovest di Alicudi ad una profondità di circa 5 km. L’evento di oggi, irleva l’Ingv, ricade in un’area caratterizzata da attività sismica rilevante.

Dalla mappa dei terremoti del passato estratti dal Catalogo Parametrico dei Terremoti Italiani si evidenzia che i terremoti del 21 maggio 1957 (M5.3), 1 febbraio 1971 (M4.4), del 7 settembre 2009 (M4.8) hanno avuto epicentri a pochi chilometri da quello odierno.

Al momento, si hanno pochissime notizie di risentimento, ma sara’ possibile avere degli aggiornamenti nelle prossime ore“, viene spiegato.

ARTICOLO IN AGGIORNAMENTO

La seconda scossa, alle 8:51, nella stessa area: in questo caso il terremoto ha avuto origine a 28 chilometri di profondità.

Il sisma, che si è verificato al largo dell’isola di Alicudi, è stato avvertito da alcuni abitanti. Per Nicola Capone “è stato molto forte“. Anche Aldo Di Nora, un vicentino che abita in collina, dice ha sentito la scossa “moto bene”, e aggiunge che “non risultano che ci siano stati danni“. A Filicudi pare invece non sia stata avvertita.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.