Treni più veloci e moderni in Sicilia, Savarino: "Agrigento diventerà PoP" :ilSicilia.it
Agrigento

l'annuncio del presidente della IV Commissione Ars

Treni più veloci e moderni in Sicilia, Savarino: “Agrigento diventerà PoP”

di
28 Maggio 2020

Grazie allo studio di fattibilità da me sollecitato, la tratta ferroviaria Agrigento/Palermo potrà essere ammodernata”. Così ha dichiarato il presidente della IV Commissione Ars, Giusi Savarino.

Sono 40 i km della tratta ferroviaria che devono essere ammodernati per poter utilizzare i più moderni treni “pop“. Oggi abbiamo fatto un altro piccolo, ma importante passo, per poter migliorare il servizio.  Ho inoltre richiesto di potenziare la tratta Gela/Caltanissetta, anche rivedendo gli orari a tal fine. Questa tratta deve diventare uno  snodo per raggiungere velocemente  Catania e Palermo, e quindi potenziare il turismo oltre alla qualità della vita dei cittadini. Oggi ho convocato anche il  comitato dei pendolari presieduto da Giacomo Vivacqua che ha dato un prezioso contributo. La mia idea di trasporto in Sicilia viaggia nella direzione della  ecosostenibilità ed efficienza, per questo ho avviato una proficua interlocuzione istituzionale tra Rfi, Trenitalia, Regione e comitati dei pendolari.  “

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Sulle Rive del Don”

Per noi bambini, lui aveva il potere “di vita e di morte” sul marciapiede davanti la portineria, all'epoca tutti i portieri erano dei "Don", oggi sostituiti da un videocitofono.
Blog
di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.