Tribunale tedesco su Falcone, Antoci: "Europa comprenda meglio lotta alla mafia. Sentenza grave affronto e preoccupazione” :ilSicilia.it

la dichiarazione

Tribunale tedesco su Falcone, Antoci: “Europa comprenda meglio lotta alla mafia. Sentenza grave affronto e preoccupazione”

di
5 Dicembre 2020

Il tribunale tedesco ha respinto il ricorso di Maria Falcone, sorella del magistrato ucciso insieme alla moglie e alla sua scorta nella strage di Capaci, presentato contro il proprietario di una pizzeria di Francoforte che ha intestato il suo locale a “Falcone e Borsellino”.

“Sono passati quasi 30 anni dalla morte di Falcone e il tema della lotta alla Mafia non sarebbe più così sentito tra i cittadini. Inoltre – prosegue la sentenza – il giudice ha operato principalmente in Italia, e in Germania sarebbe noto solo a una cerchia ristretta di addetti ai lavori e non alla gente comune”.

“Questa sentenza rappresenta un affronto e una grande preoccupazione. Forse in Germania si sono già dimenticati delle nostre stragi ma anche delle loro. La strage di Duisburg non ha insegnato loro nulla?  – dichiara Giuseppe Antoci, Presidente Onorario della Fondazione Caponnetto ed ex Presidente del Parco dei Nebrodi scampato ad un attentato mafioso nel maggio 2016.

I proprietari non volevano certo rendere onore ai due magistrati visto che hanno appeso all’interno del locale insieme alla foto che ritrae i due giudici uccisi dalla mafia anche l’immagine di don Vito Corleone protagonista del film Il Padrino.

“Adesso – continua Antoci – Maria Falcone, alla quale va tutta la nostra solidarietà, andrà avanti appellandosi alla sentenza e ci auguriamo che la giustizia tedesca ponga rimedio a questa ingiusta decisione”.

“Delegazioni di tutto il mondo a ottobre scorso e per 4 giorni hanno discusso di lotta alle mafie – continua Antoci – rinnovando e migliorando quanto sancito dalla Convenzione di Palermo nel 2000. Per la prima volta si fa riferimento, in una risoluzione, al contributo di un singolo scrivendo: “la sua eredità sopravvive attraverso l’impegno globale per la prevenzione e la lotta alla criminalità organizzata”. Un’eredità, quella di Falcone, che ha ottenuto un grande riconoscimento ma che deve rappresentare per tutti noi un forte e rinnovato impegno di lotta alle mafie. Mi auguro che se ne ricordino i Giudici Tedeschi nella sentenza di appello – conclude Antoci.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.
Ieri 19:26