Troina: arrivano 4,2 milioni dalla Regione per restauri e adeguamenti di edifici storici :ilSicilia.it
Enna

approvata la proposta

Troina: arrivano 4,2 milioni dalla Regione per restauri e adeguamenti di edifici storici

di
28 Maggio 2020

Via libera dal governo regionale a 4,2 milioni di euro per il Comune di Troina, per finanziare lavori di ristrutturazione e adeguamento di alcuni edifici pubblici e palazzi storici. La giunta, presieduta da Nello Musumeci, ha approvato la proposta dell’assessore regionale Alberto Pierobon di attingere le risorse dal fondo delle royalties, in cui le imprese titolari di concessioni minerarie di idrocarburi versano periodicamente i tributi a titolo di ristoro per i Comuni dove sono effettuate le ricerche.

L’amministrazione locale di Troina aveva chiesto alla Regione di finanziare tre progetti: il completamento dell’ex convento del Carmine, per la realizzazione di una struttura polifunzionale culturale con biblioteca e archivio storico (998 mila euro), la ristrutturazione e l’adeguamento della palestra comunale (1,398 milioni) e il restauro e l’adeguamento del palazzo di Troina da adibire a pinacoteca di arte moderna e altre esposizioni (1,806 milioni di cui 661 mila a disposizione dell’amministrazione).

Il dirigente generale Tuccio D’Urso ha evidenziato che tutti e tre i progetti sono dotati di cronoprogramma e sono inseriti nel piano triennale delle opere pubbliche. Da qui il via libera alla proposta.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per
Blog
di Renzo Botindari

“Sulle Rive del Don”

Per noi bambini, lui aveva il potere “di vita e di morte” sul marciapiede davanti la portineria, all'epoca tutti i portieri erano dei "Don", oggi sostituiti da un videocitofono.
Blog
di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.