"Troppi assembramenti a San Vito Lo Capo": il sindaco dice stop alla musica dopo le 22 :ilSicilia.it
Trapani

"OBIETTIVO: GARANTIRE LE MISURE ANTI COVID-19"

“Troppi assembramenti a San Vito Lo Capo”: il sindaco dice stop alla musica dopo le 22

di
22 Luglio 2020

In tutti i locali del territorio comunale di San Vito Lo Capo (TP) è vietato, da oggi e fino al 30 settembre 2020, organizzare intrattenimento musicale sul suolo pubblico comunale e/o demaniale concesso, sia con DJ, sia con musica dal vivo con l’ausilio di mezzi tecnici e/o elettronici, dalle ore 22.00 alle ore 18.00 del giorno successivo.

Lo prevede l’ordinanza sindacale n. 18/2020 emanata questa mattina dal sindaco, Giuseppe Peraino, relativa a “misure contingibili ed urgenti volte a prevenire la violazione delle regole di distanziamento sociale, la violazione dell’art.3 del D.P.C.M. del 14/11/1997 e situazione di degrado”. L’utilizzo di musica di sottofondo  resta consentita all’interno dei locali.

L’adozione dell’ordinanza è stata determinata delle criticità che si sono verificate, in particolare nell’ultimo fine settimana, con la presenza di centinaia di giovani e giovanissimi provenienti dall’hinterland trapanese attratti dalla movida. La musica fino a notte inoltrata ha generato assembramenti e disturbato la quiete pubblica, violando anche i parametri di legge stabiliti in materia di inquinamento acustico.

«Si tratta di un provvedimento forte -­ dichiara il sindaco Peraino -, che potrebbe apparire impopolare ma che, da responsabile della sicurezza dei miei cittadini, ho dovuto adottare per  mitigare l’affluenza di questa platea giovanile che nell’ultimo fine settimana ha letteralmente invaso il nostro territorio creando grandissime difficoltà, sia nella gestione dell’ordine pubblico sia nel rispetto delle disposizioni in materia di distanziamento sociale previsti dai D.P.C.M.»

Il sindaco sottolinea come la parola d’ordine dell’estate 2020 debba essere ‘sicurezza” ricordando gli sforzi profusi sia dagli operatori economici per attivare tutte le procedure previste dai D.P.C.M., sia dall’amministrazione comunale, ad iniziare dalle spiagge libere, per promuovere il territorio di San Vito Lo Capo, Macari e Castelluzzo, nonostante l’emergenza sanitaria abbia messo a dura prova l’avvio della stagione turistica.

«Obiettivo dell’ordinanza – aggiunge – è quello di evitare gli assembramenti e quindi la diffusione di un virus, che non è stato debellato, che ha messo in ginocchio l’Italia intera ed anche la nostra comunità, e di garantire la vivibilità e la sicurezza del territorio, sia dei residenti sia dei turisti che hanno scelto di trascorrere le loro vacanze a San Vito Lo Capo.  Invito tutti – conclude il sindaco– ad essere rispettosi di questa, come delle altre regole, utilizzando, inoltre, la mascherina nei luoghi chiusi e quando ci si avvicina a terzi. Dobbiamo tutelare la nostra salute, che viene prima di ogni altra cosa. Solo garantendo la sicurezza, potremo far ripartire l’economia di questo territorio che vive di turismo».

Sempre in tale direzione, il sindaco, nei giorni scorsi, aveva emanato un’altra ordinanza con la quale vietava la vendita da asporto delle bevande alcoliche in bottiglie di vetro o in lattine dalle ore 22.00.

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.