Troppi incidenti, 29 nuovi autovelox nelle strade siciliane: ecco dove :ilSicilia.it
Catania

Lo ha deciso la Prefettura di Catania

Troppi incidenti nel Catanese, 29 nuovi autovelox: ecco dove

di
5 Novembre 2019

Saranno complessivamente 29 gli autovelox fissi che saranno collocati su due strade statali del Catanese in cui si sono verificati incidenti mortali: undici sulla Catania-Paternò (la Ss 121) e 18 sulla Adrano-Bronte (la Ss 284).

È quanto emerso dal Gruppo di lavoro tecnico insediato dal prefetto Claudio Sammartino durante una riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica che si è stamattina a Palazzo del Governo e alla quale ha partecipato anche l’assessore regionale a Infrastrutture e mobilità, Marco Falcone. I Comuni interessati si sono dichiarati disponibili ad installarli nei tratti di strada di competenza, mentre l’Anas realizzerà le strutture di supporto e l’apposita segnaletica.

Come disposto dal Prefetto, nelle more dell’installazione dei rilevatori di velocità, è stata intensificata l’attività di controllo su strada, in particolare nei fine settimana e la polizia stradale ha trovato due giovani positivi all’alcoltest e comminato tredici verbali per violazioni al Codice della strada, come la mancanza di assicurazione e di revisione del veicolo.

Sul piano degli interventi strutturali il prefetto ha disposto ulteriori verifiche da parte dell’Anas e delle Forze dell’ordine, anche alla luce delle segnalazioni e delle proposte formulate dai Comuni, per stabilire le differenti modalità con le quali intervenire per risolvere le singole criticità. L’Anas presterà, nei sopralluoghi, particolare attenzione alle esigenze legate all’illuminazione, alla sufficienza delle barriere stradali, ai tracciati degli svincoli, al posizionamento di separatori di corsia e di dissuasori della velocità.

Due gli appuntamenti futuri sullo stesso argomento: un incontro al Municipio di Belpasso, il 14 novembre, e un nuovo Comitato provinciale in Prefettura il 29 novembre.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

La rabbia e il giro del corridoio magico

Benvenuti nel mio “corridoio magico” dal quale mi auguro uscirete cambiati grazie all’induzione e all’attivazione dell’energia inconscia che rivoluziona e riassetta i processi spontanei di autoguarigione ed evoluzione
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.