Truffa Servizio Sanitario, sotto accusa tre medici a Messina: sequestrati 65mila euro :ilSicilia.it
Messina

le indagini della guardia di finanza

Truffa Servizio Sanitario, sotto accusa tre medici a Messina: sequestrati 65mila euro

di
30 Settembre 2021

I finanzieri del Comando Provinciale di Messina hanno sequestrato oltre 65.000 euro a tre dirigenti medici in servizio in un ospedale Papardo accusati di peculato, truffa aggravata e falso in atto pubblico.

L’operazione nasce da una indagine, coordinata dalla Procura guidata da Maurizio De Lucia, sul rispetto della disciplina dell’esercizio dell’attività intramuraria da parte dei tre professionisti, uno dei quali già sospeso dalla professione il 9 settembre. Le indagini sono state effettuate dal Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria attraverso perquisizioni, acquisizioni di documenti, attività di osservazione e pedinamento, ricostruzioni contabili e intercettazioni telefoniche.

Gli elementi acquisiti a carico di Carmelo De Francesco, endocrinologo e Santi Sorrenti, cardiologo, hanno consentito di ricostruire un quadro indiziario che confermerebbe – scrive. Il gip – “la sistematica effettuazione di visite in studio privato” (non autorizzata). Sono stati trovati- spiega il giudice – “pazienti in attesa di essere visitati, agende e strumentazioni che provano l’attività“. La Finanza ha contestato ai medici l’aver ricevuto dai pazienti pagamenti in contanti, il falso in atto pubblico per aver, in alcune circostanze, attestato visite prestate in ospedale, mentre, di fatto, le persone venivano ricevute in uno studio privato esterno all’ospedale e per aver intascato indebitamente l’indennità “di esclusività” del rapporto d’impiego pubblico e le somme percepite per quella parte di attività svolta regolarmente all’interno delle mura ospedaliere. “Somme, certo indebitamente ricevute, – scrive il gip – posto che gli indagati le hanno percepite violando il rapporto di esclusività“, e per le quali “saranno esperibili rimedi disciplinari” .

Per uno dei tre indagati, Francesco Mastroeni, il giudice per le indagini preliminari ha poi ritenuto sussistente l’ipotesi di truffa aggravata ai danni dell’Ente pubblico, perché, prendendo l’indennità di esclusività avrebbe frodato il datore di lavoro. Il denaro ricevuto è stato sequestrato. L’attività intramuraria, oltre a dover essere oggetto di espressa autorizzazione ed a determinate condizioni, prevede che l’utenza prenoti la visita tramite il Centro Unico di Prenotazione della struttura aziendale (cd. C.U.P.) e, prima dell’effettuazione della prestazione, il paziente provveda al pagamento all’ufficio ticket dell’importo dovuto, secondo il tariffario predeterminato dall’ospedale. A valle, il medico riceve, i compensi direttamente in busta paga. I professionisti, invece, tutti dello stesso ospedale, legati all’azienda sanitaria da un contratto che prevedeva un rapporto di esclusività, effettuavano visite specialistiche all’interno del reparto, richiedendo e ricevendo da una significativa platea di clienti il pagamento in contanti, omettendo di rilasciare qualsiasi ricevuta fiscale e di versare all’azienda sanitaria la percentuale dovuta, oppure ricevevano i pazienti in studi privati non dichiarati al fisco.

Uno dei medici indagati faceva fare la prenotazione al Cup solo a posteriori, così l’ospedale emetteva una ricevuta che riportava, inevitabilmente, una data successiva alla visita effettuata. Nella quasi totalità dei casi, i pazienti hanno confermato di aver effettivamente versato in contanti, nelle mani dei professionisti o loro collaboratori, importi dagli 80 ai 150 euro, senza aver effettuato alcuna prenotazione al C.U.P. e senza ricevere, all’atto del pagamento, alcuna ricevuta. “I dati fattuali appaiono inconfutabili”, scrive il gip.

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

VaffanCovid

A te che vuoi toglierci tutte le speranze ed i progetti sul futuro, a te che pretendi di non darci nessuna tregua, un sincero ed accorato... VaffanCovid!

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Agenda

di Renzo Botindari

Memento di una Persona Perbene

Mentre tutti oggi onorano la rimembranza di questi personaggi, io amareggiato penso a quelle che saranno state le loro ultime ore di vita, delusi, traditi e chiusi in sé stessi nell’attesa che qualcosa di brutto potesse accadergli.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin