26 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 16.09
Palermo

Da giovedì 11 a sabato 13 aprile al Mondello Palace Hotel

Tumori: le nuove frontiere delle cure palliative, a Palermo esperti da tutto il mondo

9 Aprile 2019

Riflettori accesi sulle cure palliative in un congresso internazionale a Palermo. È tutto pronto per “Invictus in Palliative Care”, il sesto incontro annuale dedicato alle terapie di supporto per i pazienti oncologici.

L’evento si svolgerà da giovedì 11 a sabato 13 aprile nelle sale del Mondello Palace Hotel di Palermo, città che ospiterà nel maggio del 2020 il congresso internazionale della European Association for Palliative Care, a cui parteciperanno circa duemila persone, provenienti da tutto il mondo.

Responsabile scientifico dell’evento è Sebastiano Mercadante, direttore dell’Unità di Terapia del dolore e cure di supporto del Dipartimento oncologico “La Maddalena” di Palermo. Anche quest’anno, saranno presenti tanti esperti provenienti sia dall’Italia che dall’estero, soprattutto dall’MD Anderson Cancer Center di Houston, centro di riferimento mondiale per le cure palliative

Tra gli argomenti in programma, si discuterà della crisi degli oppioidi negli Stati Uniti e delle linee guida su come prescrivere questa tipologia di farmaci in maniera più appropriata. Si parlerà di trattamenti individualizzati e di dolore controllato, ovvero sulle aspettative del paziente e sul livello di cure a cui si vuole arrivare per poter considerare una terapia efficace. Si approfondiranno anche le nuove frontiere delle terapie immunologiche nel trattamento del cancro, facendo anche il punto sugli effetti collaterali.

Le cure palliative si rivolgono ai bisogni dei pazienti oncologici in tutte le fasi della malattia, con lo scopo di migliorare la qualità di vita e offrire un sistema di cure ed assistenza integrato ai più moderni trattamenti antitumorali. È stato dimostrato che la valutazione e il trattamento dei sintomi fisici e psicologici che si accompagnano alla malattia tumorale determinano, non solo un miglioramento della qualità di vita, ma anche il prolungamento della sopravvivenza dei pazienti oncologici in fase avanzata.

“Eventi formativi come questo sono importanti per diffondere la cultura delle cure palliative, che non sempre coincidono con le cure di fine vita, ma che si rivolgono ai bisogni dei pazienti in ogni fase della malattia oncologicaspiega Sebastiano Mercadante. I partecipanti al corso avranno l’opportunità di apprendere le principali caratteristiche del dolore oncologico e del suo trattamento, con particolare riferimento a quelle sindromi dolorose, più difficili da affrontare, cercando di sfatare i falsi miti che confinano le cure palliative al trattamento dei pazienti terminali. Si punterà, come sempre, alla qualità degli interventi. Tutti i relatori, infatti, hanno un percorso professionale eccellente e un altissimo livello di ricerca sul campo”.

 

LEGGI ANCHE:

Tumori: “La Maddalena” centro di eccellenza per le cure palliative del dolore

Cannabis terapeutica, in Sicilia il più grande stabilimento d’Italia | VIDEO

 

Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.