21 giugno 2018 - Ultimo aggiornamento alle 19.34
caronte manchette
caronte manchette
Palermo

Si lavora al ritorno del volo diretto per New York

Turismo, boom di voli da Palermo. Ecco le 21 nuove rotte: dalla Cina alla Turchia | FOTO-VIDEO

14 marzo 2018

PALERMO. Sono 21 le nuove rotte nello scalo Falcone Borsellino per la nuova stagione estiva 2018.

Di queste dodici inedite fra le quali Seul, Istanbul e quasi certamente la Cina. I nuovi collegamenti porteranno un incremento di oltre il 15% di passeggeri e quasi un milione di posti in aereo in più da e per Palermo. Per quest’anno, invece, non ci sarà il collegamento diretto con New York.

“Stiamo lavorando con un’altra compagnia dopo che Meridiana, adesso Air Italy, ci ha comunicato che non avrebbe garantito il volo”, dice Natale Chieppa, direttore commerciale di Gesap.

Sono i dati principali della stagione estiva dell’aeroporto di Palermo presentati alla stampa dalla società di gestione dello scalo. Ryanair si presenta con due nuove rotte: Manchester e Valencia, mentre ha già annunciato per la prossima stagione winter nuovi collegamenti per Atene e Colonia. La compagnia di bandiera Alitalia porta Bologna e Venezia, mentre EasyJet lancia Napoli, Liverpool e Londra Luton. Volotea spinge sull’acceleratore con ben cinque nuove rotte: Ancona, Bilbao, Rodi, Spalato e Zante. Novità Aegean con Atene; Stoccarda con Eurowings Germania, Rennes con Tuifly Belgium, Rotterdam e Lione con Transavia, Madrid con Iberia Express, Milano Malpensa con Neos e Istanbul con Turkish airlines (in attesa di autorizzazione slot).

Fabio Giambrone presidente della Gesap: “I numeri della stagione estiva e le proiezioni di crescita nel 2018 dell’aeroporto di Palermo Falcone Borsellino, che ha chiuso il 2017 a quota 5 milioni 750mila passeggeri e conta di chiudere il 2018 con un incremento di un milione di passeggeri e l’aumento di circa 5.300 voli (+12% di movimenti)”.

Tag:
Andiamo a quel Paese
di Valerio Bordonaro Marco Scaglione

Diario di Singapore – Seconda Parte

Opportunità di business per le aziende siciliane, sia nella grande distribuzione, sia in hotel, ristoranti e catering. A Singapore i prodotti che potrebbero avere mercato sono: i preparati per gelato, i dolci da forno, i formaggi, le birre semi-artigianali, le conserve di verdura e le conserve ittiche.