Turismo, Castel di Tusa si riconferma bandiera blu | FOTO :ilSicilia.it
Messina

PER IL SESTO ANNO DI FILA

Turismo, Castel di Tusa si riconferma bandiera blu | FOTO

di
14 Maggio 2020

GUARDA LE FOTO IN ALTO

Castel di Tusa è bandiera blu per il sesto anno di fila.

Oggi è stata ufficializzata l’assegnazione del prestigioso premio da parte della FEE per le spiagge Lampare e Marina, che accoglieranno i turisti nel rispetto delle misure specifiche per garantire la sicurezza dei bagnanti.

Per via delle nuove limitazioni il rapporto con il mare sarà diverso, ma consentirà comunque di trascorrere momenti piacevoli immersi nelle acque di una costa incantevole.

Il riconoscimento conferma la volontà dell’amministrazione comunale di andare oltre la gestione della crisi sanitaria, attraverso la promozione di un turismo, per quest’anno, prevalentemente di tipo naturalistico.

I servizi di miglioramento della fruizione della spiaggia saranno, inoltre, implementati nella zona del “Lungomare”, anche per celebrare l’efficace percorso di riqualificazione e ripascimento iniziato dopo che, negli anni 2009 – 2010, forti mareggiate avevano totalmente eroso la costa e distrutto la strada adiacente.

Luigi Miceli, sindaco di Tusa

Soddisfatto il sindaco Luigi Miceli: “La soddisfazione per la conferma del prestigioso riconoscimento, va condivisa con i cittadini di Tusa, i dipendenti comunali, la giunta municipale e i consiglieri comunali, che si sono sempre adoperati per lo sviluppo e la crescita della nostra comunità. Un particolare ringraziamento va all’Ufficio Circondariale Marittimo di Sant’Agata di Militello e all’Ufficio Locale Marittimo di Santo Stefano di Camastra per l’impegno profuso durante tutto l’anno per garantire la libera e sicura fruibilità, da parte di tutti, del nostro mare e delle nostre spiagge e per le tante attività ed iniziative finalizzate alla salvaguardia ambientale, con particolare riguardo al contrasto dell’inquinamento del mare da plastiche. Sostenibilità ambientale, servizi, sicurezza e ampi spazi, consentono al nostro territorio di mettere a proprio agio turisti e villeggianti, che vorranno godersi la stagione balneare“.

Sulla stessa linea si pone l’assessore al Turismo Angelo Tudisca: “Il progetto Bandiera Blu, nato nel 2013 grazie alla lungimirante idea e all’impegno del consigliere Serruto, è divenuto una realtà per i nostri cittadini e i numerosi turisti che ci onoriamo di ospitare e che quest’anno fruiranno delle nostre spiagge in sicurezza. Credo che, nonostante la pandemia, anche quest’anno Tusa riuscirà ad imporsi tra le mete preferite per la stagione estiva. Sono sempre più convinto che la strada intrapresa di sviluppo del nostro paese, tenendo in conto di migliorare l’ambiente, di offrire servizi di eccellenza e di implementare le ricchezze archeologiche, sia quella giusta”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

E se fosse colpa del “mal bianco”?

La nostra città è come una bella pianta ammalata e piena del “mal bianco”, un grosso parassita che tarpa qualunque fioritura e che non permette ai fiori di schiudersi.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Squid game: il gioco dell’anno

C'è una serie tv di cui in questi giorni tutti parlano in decine di rubriche, articoli e servizi televisivi: mi riferisco a "Squid Game". Qualcuno ha accostato questa serie all'altro exploit Netflix, la Casa di carta, sia perché entrambe sono diventate un successo mondiale in pochissimo tempo con il solo passaparola

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin