Turismo crociere: dal governo Draghi 1 mln a Catania per mancati introiti :ilSicilia.it
Catania

fondi per la crisi Covid

Turismo crociere: dal governo Draghi 1 mln a Catania per mancati introiti

di
30 Dicembre 2021

Un milione di euro a Catania per compensare i mancati introiti del traffico crocieristico. E’ la somma che il Ministero delle Infrastrutture ha riconosciuto all’Amministrazione Comunale etnea con un contributo speciale di 903 mila euro, il più alto nel rapporto negativo tra passeggeri sbarcati nel 2020 rispetto al 2019 ottobre (-204 mila) e le risorse attribuite, frutto anche dell’eccezionale incremento registrato dal 2017 al 2019 dove si è passati da 65.205 a 205.000 passeggeri.

“È un riconoscimento che premia l’affidabilità amministrativa della nostra Città, visto che altri centri con un maggior traffico non riceveranno gli stessi fondi, nonostante il danno economico subito – afferma il sindaco di Catania, Salvo Pogliese -. Ringrazio il Capo di Gabinetto Giuseppe Ferraro e la Ragioniera Generale Clara Leonardi, insieme ai loro collaboratori, per il lavoro meticoloso che ha portato a questo rimborso”.

“Le somme – rende noto il primo cittadino di Catania – verranno investite interamente per migliorare i servizi di accoglienza ai turisti e la funzionalità dell’accesso alle aree artistiche e culturali, su modello dell’utilizzo dei proventi della tassa di soggiorno; tutto questo in attesa della annunciata ripresa del flusso crocieristico che nel 2022 prevede l’attracco di oltre cento navi nel porto etneo.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.