Turismo: la stampa internazionale riscopre la Sicilia :ilSicilia.it

Le iniziative della Regione per rilanciare il settore

Turismo: la stampa internazionale riscopre la Sicilia

di
10 Maggio 2020

L’ultimo a parlarne è stato ‘De Telegraaf‘, il più importante quotidiano dei Paesi Bassi, che ha dedicato una pagina, scritta dal corrispondente da Roma Maarten van Aalderen, con una bellissima immagine della Valle dei Templi di Agrigento, per raccontare agli olandesi progetti e proposte dell’assessorato al Turismo della Regione Siciliana, a partire dalla idea dei ‘voucher‘ per chi desidera visitare l’Isola, ma anche per spiegare che l’Italia vuol salvare il turismo della prossima estate.

L’assessore regionale al Turismo Manlio Messina parla dell’iniziativa di una notte gratis ogni tre prenotate, delle negoziazioni con le compagnie aeree per acquistare biglietti e far arrivare anche turisti stranieri quando sarà possibile, dei servizi da offrire ai turisti: dalle visite ai siti archeologici, ai tour sull’Etna, alle immersioni per chi desidera fare snorkeling, fino ai corsi di cucina o di enogastronomia.

“Quando un turista prenota una vacanza in Sicilia – dice Messina a De Telegraaf – potrà scegliere quello che più gli interessa” .

Venerdì il sito internet del giornale olandese aveva pubblicato in apertura sulla ‘homepage’ l’articolo che ha fatto registrare un vero boom di visite. Ma in questi giorni un po’ tutta la stampa internazionale ha scoperto come la Sicilia, nonostante i problemi legati alla pandemia, continui ad essere una meta fortemente attrattiva, anche grazie al basso indice di contagi registrato nell’isola.

I primi a lanciare le iniziative erano stati The Times e la Reuters ed ancora gli altri inglesi Daily Mail, The Sun, The Guardian, Mirror, Telegraph, Time Out; ma anche i prestigiosi americani Washington post e New York Post, gli spagnoli Lavanguardia e 20minutos; ed ancora Forbes, , Lonely Planet Time of India, Huffington Post del Canada, Vogue Australia, fino al New Zeland Herald per citarne alcuni.

Tutti a raccontare le iniziative che metterà in campo la Regione Siciliana con i 75 milioni varati nei giorni scorsi con la legge finanziaria approvata dall’Ars.

“Da alcuni giorni – sottolinea l’assessore Manlio Messina – tutti i giornali del mondo parlano della Sicilia e di quello che stiamo pianificando per cercare di dare un aiuto concreto alla filiera del turismo e a tutti gli operatori siciliani che si sono visti azzerare all’improvviso una stagione fondamentale come la primavera che da sempre porta nella nostra Isola turisti da tutto il mondo. Nessuno sarà escluso dagli interventi, a partire dagli agenti di viaggio e tour operator, albergatori, guide turistiche e tutti coloro che lavorano nell’indotto del turismo”.

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Quella celestiale melodia in “LA”

Il presenzialismo non finalizzato ad alcuna crescita è una opportunità sprecata, ecco perché trovo piacere di ospitare chi sappia apprezzare il valore del “regalo”.
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin