Turismo, Messina: "75 milioni di euro destinati all'acquisto di voucher" :ilSicilia.it

“See Sicily” è l'iniziativa promossa dalla Regione

Turismo, Messina: “75 milioni di euro destinati all’acquisto di voucher”

di
14 Ottobre 2020

Voucher gratuiti per un valore complessivo di quasi 75 milioni di euro come premio ai turisti che scelgono la Sicilia. “See Sicily” è l’iniziativa promossa dalla Giunta della Regione Siciliana – Assessorato regionale dello Sport, del Turismo e dello Spettacolo. Un intervento finanziato con fondi europei, che mira anzitutto a promuovere il brand turistico della Regione Sicilia e a promuovere forme di destagionalizzazione e di riscoperta del territorio dopo i mesi di incertezza legati all’emergenza Covid-19, integrando ai concetti di solito collegati alla destinazione Sicilia anche quello di meta sicura, molto importante in un momento di forte crisi, offrendo inoltre una misura di sostegno immediata agli operatori economici locali.

La somma messa a disposizione servirà infatti a finanziare l’acquisto di voucher direttamente dalla filiera turistica siciliana, quindi da alberghi, B&B, agriturismi, villaggi, residence, ma anche agenzie di viaggi, guide turistiche, etc. I voucher saranno messi a disposizione dei turisti che garantiranno almeno 3 giorni di permanenza in Sicilia e potranno essere usati, ad esempio, per usufruire gratuitamente di una notte in più di pernottamento nelle strutture ricettive, oppure biglietti di ingresso ai musei o escursioni e visite guidate, dalle gite alle pendici dell’Etna fino alle immersioni subacquee in compagnia di esperti di diving. Non solo, perché una somma pari a 13 milioni verrà utilizzata dalla Regione Siciliana per la fornitura di voucher e sconti sui biglietti aerei dei voli in arrivo sull’isola.

I turisti potranno accedere ai servizi con un semplice click. Il Dipartimento Turismo della Regione Siciliana si è infatti dotato, con il supporto dell’ARIT, di una piattaforma gestionale collegata anche al sito web www.visitsicily.info, attraverso la quale potrà monitorare tutto il processo di creazione, gestione ed erogazione dei voucher: dall’acquisizione delle istanze da parte dei fornitori dei servizi, alla gestione ed erogazione del voucher da parte delle agenzie di viaggio/tour operator che avranno manifestato interesse a partecipare all’intervento e che saranno abilitati all’utilizzo dell’interfaccia di prenotazione e acquisto voucher della piattaforma. Il Dipartimento Turismo, inoltre, supporterà la promozione dell’iniziativa attraverso una campagna mirata su mezzi tradizionali e su mezzi digitali, primo fra tutti il sito turistico della regione Siciliana www.visitsicily.info per tutta la durata dell’intervento. In apposita sezione del sito web saranno specificate le modalità di funzionamento dell’iniziativa “See Sicily”, il regolamento e le modalità di acquisizione dei voucher, l’elenco completo di tutte le agenzie/tour operator a cui il turista potrà rivolgersi e saranno attivati tutti gli strumenti social già in uso al Dipartimento del Turismo.

Il più importante risultato atteso da questa iniziativa sarà quello di incrementare il numero di turisti italiani che scelgono la Sicilia (aggredendo ad esempio la quota di mercato di quelli che usualmente viaggiano all’estero) con il diretto effetto di poter sopperire nel medio termine e in attesa che si possa aprire la Sicilia anche al turista straniero, almeno in parte, alla perdita della quota di presenze di turisti stranieri, che nel periodo di emergenza e post emergenza si prevede non possano arrivare in Sicilia per la chiusura dei confini, ma anche in un secondo momento per la inevitabile riduzione delle tratte aeree e per la paura di intraprendere un viaggio “internazionale”.

L’iniziativa dei voucher permetterà, infine, di iniettare nuova liquidità nel sistema dell’offerta turistica siciliana e consentire un traghettamento delle strutture e dell’indotto turistico verso la riapertura di tutti i mercati che verosimilmente non avverrà prima del prossimo anno.

In un’ottica di rilancio e valorizzazione dell’offerta turistica siciliana, non mancherà naturalmente un’attenzione particolare per quanto riguarda i grandi eventi, fronte quest’ultimo che vede già da mesi impegnato l’Assessorato Regionale al Turismo. Vale la pena ricordare, a titolo di esempio, alcune importanti iniziative, come la partenza dell’edizione 2020 del Giro d’Italia (con 4 tappe distribuite nel territorio regionale), la Fiera Mediterranea del Cavallo di Ambelia e il “Bellini Reinassance”, a cui si aggiunge il concerto di Andrea Bocelli, per i siti Unesco siciliani, in programma alla Cattedrale di Noto il prossimo 24 ottobre. Manifestazioni dal grande impatto mediatico e di pubblico, che contribuiscono a rafforzare il brand Sicilia a livello nazionale ed internazionale.

La parola d’ordine del progetto – spiega l’assessore al Turismo, Manlio Messina – è destagionalizzazione unita a promozione e valorizzazione del nostro territorio. Allo stesso tempo, con questo intervento, offriamo un aiuto concreto agli operatori, non attraverso contributi ma con un’iniezione di liquidità. Grazie ai fondi europei sarà possibile acquistare servizi e quindi creare, tramite le agenzie di viaggio, 640mila pacchetti. L’estate 2020, iniziata non certo sotto i migliori auspici, ci ha regalato buoni numeri legati quasi esclusivamente ai flussi interni: un risultato certificato anche da una recente indagine di Demoskopika, che ha assegnato al brand Sicilia il secondo posto in Italia dopo il Trentino per quanto riguarda la reputazione turistica. Allo stesso tempo continuiamo a lavorare per programmare un 2021 che ci auguriamo possa essere Covid – free e quindi assistere nuovamente al ritorno dei viaggi di massa anche nella nostra isola. Fondamentale sarà riuscire a fare rete e la sinergia tra pubblico e privato”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Squid game: il gioco dell’anno

C'è una serie tv di cui in questi giorni tutti parlano in decine di rubriche, articoli e servizi televisivi: mi riferisco a "Squid Game". Qualcuno ha accostato questa serie all'altro exploit Netflix, la Casa di carta, sia perché entrambe sono diventate un successo mondiale in pochissimo tempo con il solo passaparola
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin