Tutto bloccato per i 635 lavoratori della Blutec: a Termini scatta il sit in :ilSicilia.it
Palermo

mercoledì protesta contro Il ministero dello Sviluppo Economico

Tutto bloccato per i 635 lavoratori della Blutec: a Termini scatta il sit in

di
22 Febbraio 2021

“Il ministero dello Sviluppo Economico, il 5 febbraio scorso doveva pronunciarsi sul progetto di riconversione industriale per l’ex sito Fiat di Termini Imerese per individuare una soluzione occupazionale agli oltre 635 lavoratori in cassa integrazione da oltre 10 anni. La caduta del governo ha fermato tutto e al momento nonostante l’insediamento del nuovo Esecutivo e la nomina del nuovo ministro allo Sviluppo Economico non si hanno riscontri concreti su chi sta seguendo la crisi dello stabilimento siciliano. Mercoledì prossimo davanti ai cancelli della Blutec di Termini Imerese gli oltre 635 lavoratori si riuniranno con in assemblea per manifestare la loro rabbia e chiederanno alle istituzioni regionali e nazionali di agire in tempi brevi rispettando gli impegni presi”.

Lo dicono il segretario nazionale Fim Cisl Ferdinando Uliano e il segretario generale Fim Cisl Palermo-Trapani Antonio Nobile “Non si può perdere ulteriore tempo – aggiungono – lo diciamo con forza al nuovo Ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti. Dall’inizio della vertenza dello stabilimento di Termini Imerese con la comunicazione di chiusura del sito sono passati 11 anni. Prima dell’attuale esecutivo Draghi ben sette governi e otto ministri dello Sviluppo Economico non solo non sono riusciti a trovare una soluzione industriale e occupazionali dentro lo stabilimento di Termini Imerese, ma nemmeno sono riusciti ad attuare forme di ricollocazione occupazionale in altri ambiti lavorativi per un lavoratore ex-Fiat”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Politica
di Elio Sanfilippo

Sindaci e Imprese insieme per rilanciare la Sicilia

A chi continua a lamentarsi che la Sicilia non ha più voce in capitolo nelle scelte del governo nazionale, come dimostra la vicenda della nomina dei ministri e dei sottosegretari, ribadiamo che non ha più voce perché non ha più una testa, una guida, una classe dirigente autorevole dotata di una visione e di un progetto politico.
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

Vaccini, basta chiacchiere!

La consueta girandola dei colori delle regioni italiane colpisce ancora. Sembra di guardare dentro un caleidoscopio nel quale le forme ed i colori cambiano ad ogni movimento dell’oggetto

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin