Tutto è fattibile quando la paralisi non è cerebrale. Intervista a Luca Pancalli | ilSicilia.it :ilSicilia.it

Tutto è fattibile quando la paralisi non è cerebrale. Intervista a Luca Pancalli

di
16 Luglio 2018

Guarda il video in alto

Toccando l’argomento ‘sport’ entriamo in un settore che in Italia si traduce nella passione per guardare, più che praticare. Non si diventa sportivi in pochi mesi.

Ci vogliono anni di sacrifici. Se lo sport è un investimento economico, energetico e temporale in proporzione all’età pensiamo a chi, non più giovane, inizia a frequentare palestre, specialmente agli anziani non sportivi che debbono fare i conti con una serie di problematiche fisiche come la demineralizzazione ossea, l’anchilosi e l’artrosi. Non è solo una questione di età, ma anche di carattere, che sia tendenzialmente pigro e letargico. Nello sport non si può ottenere il massimo risultato con il minimo sforzo. Al contrario ‟vince” chi ha un carattere laborioso, vitale, perseverante, tenace e capace di organizzare bene il tempo e l’alimentazione.

Ergo: età, carattere, tempo, alimentazione, tutti condimenti essenziali per non essere solo degli ottimi lettori, sostenitori e voyers dello sport, bensì atleti e ginnasti a tutti i livelli. Li ho citati tutti, ma se parliamo di età, parliamo anche di fisico, dunque, resistenza e possibilità fisiche. I disabili hanno i requisiti per praticare sport? Per diventare atleti, vincere medaglie, partecipare ai campionati italiani e internazionali? Se hanno una paralisi “cerebrale” assolutamente no.

Chiediamolo a Luca Pancalli, pentatleta, nuotatore e Dirigente sportivo italiano la cui biografia è ricca di nomine e vittorie paralimpiche, ma è anche segnata da un grave incidente che lo ha lasciato tetraplegico nel 1981, a soli 17 anni. Esperienza devastante per un ragazzo così giovane e promettente, da ogni punto di vista. Tutto il suo mondo, i suoi progetti, la sua vita affettiva sono stati messi in discussione, stravolti, se non addirittura disincantati. Quante cose non avrebbe potuto più realizzare e, nella tragedia, non è facile pensare a ciò che si può, invece, agire, quello che resta possibile fare.

Attenzione, però, io ho detto che Pancalli è stato colpito da una tetraplegia ovvero una paralisi delle gambe e non una paralisi fisica totale, cerebrale, affettiva, relazionale. Questa ultima patologia (psicologica), obtorto collo, si dirama dappertutto con molta più facilità della tetraplegia. Non c’è bisogno di cadere da cavallo per ammalarsi di depressione, apatia, narchè (gr., torpore), anedonia, povertà di interessi, povertà negli affetti, mentalità aprogettuale, dipendente e murata e, a quanto sembra, è contagiosa e va in metastasi molto rapidamente. Forse, è più grave della tetraplegia, perché non si può camminare con la testa e vivere da vivi.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Merchandising: Fenomeno planetario, dove acquistare

Il mio primo acquisto di un articolo legato ad una serie tv o ad una saga cinematografica è avvenuto due decenni fa quando, trovandomi a Bologna a passare il capodanno da amici, andai a visitare un negozio del quale avevo sentito parlare tra gli appassionati di fantascienza.

Wanted

di Ludovico Gippetto

Nudité: una mostra fotografica che custodisce memorie altre

Si inaugura a Ragusa la mostra fotografica "Nudité - Il Giardino di Afrodite" a cura di Giuseppe Nuccio Iacono. La collettiva nasce dal lavoro del 1° Seminario della fotografia di Nudo nell’ottobre del 2019, in collaborazione con il Festival europeo del Nudo di Arles (Francia).

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin