Tutto pronto per il Fishtuna: il festival della pesca e del tonno a Favignana :ilSicilia.it
Trapani

DAL 12 AL 16 GIUGNO

Tutto pronto per il Fishtuna: il festival della pesca e del tonno a Favignana

di
10 Giugno 2019

Riportare il tonno e la tonnara di Favignana, con la sua storia che fa parte integrante della storia della Sicilia, al centro delle destinazioni culturali e turistiche, ma anche delle mete del turismo “lento”, della destinazione legata al “food”.

E’ l’obiettivo del progetto “Fishtuna”, manifestazione organizzata con il patrocinio degli assessorati regionali al Turismo, alla Pesca, con il comune di Favignana e con il Flag Isole di Sicilia, che prende il via mercoledì 12 a Marettimo e che coinvolge Favignana e le isole Egadi per riaprire, fino a domenica 16 giugno, il dibattito su tonno e tonnare, sostenibilità e sviluppo del territorio nel segno dell’indimenticabile epopea della dinastia dei Florio.

Mostre, spettacoli, dibattiti ma anche cooking show con alcuni tra i più apprezzati chef siciliani, da Pino Maggiore a Liborio Giorlando, da Natale Giunta, a Filippo Ventimiglia e Alfio Visalli. Saranno quattro giorni, accompagnati dalla mostra fotografica di Iacopo Giannini nell’ex Stabilimento Florio di Favignana, densi di appuntamenti dedicati non soltanto ai cittadini delle Egadi ma anche al turisti, curiosi e visitatori che vorranno scoprire il fascino delle isole trapanesi.

“Vogliamo sensibilizzare l’opinione pubblica sul valore di una tradizione – spiega il sindaco di Favignana Giuseppe Pagoto – ma non ultima di una economia sociale, che rischia di terminare inesorabilmente portando con sé solo ricordi. Dobbiamo riaccendere l’attenzione di istituzioni e cittadini sull’importanza del recupero delle tonnare, non per collocarle nell’ingloriosa nicchia delle rappresentazioni folcloristiche, ma per immaginarle con una diversa idea di recupero trasformandole in un vero prodotto turistico culturale per fare turismo tutto l’anno”.

 

FISHTUNA, IL PROGRAMMA

Mercoledì 12

Ore 9 mostra fotografica a cura di Iacopo Giannini nell’ex Stabilimento Florio di Favignana; ore 18 – Racconti di Mare in piazza Umberto, Marettimo. Performance musicali con narrazione a cura di Marcello Mandreucci. A seguire cooking show in piazzale delle Foche, Marettimo con lo chef Pino Maggiore.

Giovedì 13
Tonnara FavignanaOre 9 mostra fotografica a cura di Iacopo Giannini nell’ex Stabilimento Florio di Favignana; ore 18.30 in piazza Madrice, Favignana, performance di danza artistica teatrale Tratti da “Canti di un pescatore e dal brano Sind”, a cura della scuola di danza-teatrale Tusa & Cutrera;

ore 19 talk in piazza Madrice, Favignana su “Le imprese e le donne del mare per la pesca sostenibile nel Mediterraneo”, con l’Associazione Donne del Mare: Daniela Mainenti, giurista, Cinzia Suriano, biologa, Antonella e Giusi Donato, imprenditrici. A seguire cooking show con Natale Giunta, direzione Fabrizio Carrera. Subito dopo, conversazioni serali con intrattenimento musicale con Alessandra De Caro della Soprintendenza del Mare, Riccardo Cingillo, documentarista subacqueo, Giacomo Beltrano, autore di “La tonnara di Favignana, dai ricordi ad un nuovo corso” e Marcello Mandreucci, musicista. A seguire il cooking show e la degustazione con Peppe Giuffrè e la collaborazione di Rosario Matina.

Venerdì 14

Ore 9 mostra fotografica a cura di Iacopo Giannini nell’ ex Stabilimento Florio di Favignana; ore 18 talk in piazza Madrice, Favignana su “Food destinations, promozione attraverso i nuovi strumenti digitali” con Flavia Coccia, Istituto nazionale ricerche turistiche, Robert Piattelli, Bto Educational, Giovanni Ruggieri, – Otie (in collegamento dal Polo universitario di Trapani Corso di Studio in Scienza del Turismo) e Tullio Giuffrè, presidente Gesap. A seguire coking show e degustazione con Liborio Giorlando, chef da Liborio, Francesca Cerami, Idimed, direzione Fabrizio Carrera. Subito dopo, cooking show e degustazione con lo chef dei Quattroventi di Palermo Filippo Ventimiglia, Francesca Cerami, di Idimed, direzione Fabrizio Carrera. A seguire intrattenimento musicale.

Sabato 15

Ore 9 mostra fotografica a cura di Iacopo Giannini nell’ex Stabilimento Florio di Favignana; dalle 10.30 alle 13 workshop nell’ex stabilimento Florio su “La pesca sostenibile: un valore ambientale e culturale nelle Aree Marine Protette” con gli interventi di Salvatore Livreri Console, Area Marina Protetta Isole Egadi, Fabrizio Atzori, Area Marina Protetta Capo Carbonara, Antonino Miccio, Area Marina Protetta Punta Campanella, Alessandro Ciccolella, Fabio Galluzzo, Associazione Marevivo, Franco Andaloro, Stazione Zoologica Anton Dohrn, Mario Pintagro giornalista e divulgatore (la Repubblica), Franco Foresta Martin, capo della redazione scientifica del Corriere della Sera. Ore 18:30 Biking Favignana, pedalata turistica sulle piste ciclabili dell’Isola, percorsi cicloturistici guidati in bicicletta sull’isola di Favignana (quota copertura assicurativa obbligatoria: Euro 2) a cura di Fiab-Trapani. Ore 18.30 cooking show con degustazione in piazza Madrice, Favignana con Alfio Visalli – Blue Lab Academy, Francesca Cerami di Idimed e la direzione di Fabrizio Carrera. A seguire anteprima fotografica della mostra di Pucci Scafidi e intrattenimento musicale.

Domenica 16

Ore 9 mostra fotografica a cura di Iacopo Giannini nell’ ex Stabilimento Florio di Favignana; ore 18.30 Biking Favignana, pedalata turistica sulle piste ciclabili dell’Isola, percorsi cicloturistici guidati in bicicletta sull’isola di Favignana (quota copertura assicurativa obbligatoria: Euro 2) a cura di FIAB-Trapani; ore 19 Arrivederci a FISHTUNA 2020 con degustazioni di tonno e prodotti tipici locali con la partecipazione dei ristoratori dell’isola in piazza della Camperia (Favignana) e intrattenimento musicale.

 

LEGGI ANCHE:

Degustazioni e pesce siciliano: ecco Fishtuna, il festival del tonno alle Egadi | VIDEO

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Il Gatto Obeso e le ZTL

Il gatto obeso e sazio non avrà mai stimoli a sforzarsi per andare a cercare i topi. Quindi non ho aspettative da “nuovi soldati”, sono siciliano e vivo a Palermo e dietro a nuovi volti mi farò la domanda più importante: “a cu appartieni?”
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

La ddraunàra: i racconti di Silvana Grasso

È disponibile dal 16 luglio La ddraunàra, la raccolta di racconti di Silvana Grasso, a cura di Gandolfo Cascio ed edita da Marsilio che ripubblica così due opere, Nebbie di ddraunàra (Le Tartarughe 1993) e Pazza è la luna (Einaudi 2007).

I giannizzeri

A partire soprattutto dal 1850, il controllo del territorio in Sicilia diviene sempre più arduo per la gendarmeria borbonica. Gruppi armati dediti al malaffare, bande e banditi, nonostante l’inasprimento delle pene – il ricorso all’esecuzione diretta era prassi ordinaria - percorrevano senza molti contrasti le campagne siciliane e rendevano difficile garantire la sicurezza.
. Rosso & Nero .
di Elio Sanfilippo

Palermo fa acqua da tutte le parti, Orlando cambi tutto o si dimetta

I cittadini sono sommersi dall'immondizia, intere zone trasformate in discariche, lavori stradali che non finiscono mai, servizi pubblici che non funzionano, fino allo scandalo dei cimiteri dove non si capisce perché non si sono avviate le procedure per la costruzione del nuovo cimitero previsto dal piano regolatore.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.