22 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 17.12

Ultime battute e firma definitiva per la cessione del Palermo e concentrarsi solo sulla Serie A

Tutto pronto per la cessione del Palermo alla Arkus Network

2 Maggio 2019

PALERMO – Daniela De Angeli ha riconfermato che la trattativa con la Arkus Network è tutto a posto e quindi va avanti senza intoppi nonostante i soliti tentativi di creare confusione sullo stato della società di cui l’unica cosa certa è la sentenza della corte di cassazione che ha respinto il fallimento della società non essendocene le condizioni.

L’amministratore delegato della società rosanero che , come sembra , avrà sempre un suo ruolo importante nell’organigramma anche dopo  il passaggio di proprietà nelle mani del gruppo con a capo Tuttolomondo, era serena sul lavoro svolto dalla società per la sua cessione.

Come sembra la firma sull’accordo definitivo arriverà nella giornata di oggi o in quella di domani e come nei tempi previsti e concordati  il relativo contratto preliminare verrà rispettato, non ci sono ostacoli legati al deferimento e all’eventuale penalizzazione a nostro giudizio impensabili visto che i fatti contestati sono gli stessi che invece la sentenza definitiva della Cassazione ha considerato insussistenti ma come ha correttamente precisato la società era un atto dovuto della federazione.

Arkus Network, è un gruppo polifunzionale italiano (con un fatturato pari a cento milioni di euro) composto da investitori istituzionali, imprenditori e società del terziario.

Il gruppo, che si occupa di turismo di lusso fa capo a Walter Tuttolomondo.

Arkus Network ha già versato una prima trance da 5 milioni di euro, nel caso in cui si fossero tirati indietro ci sarebbe stata una perdita di un milione e mezzo.

In seguito verrà versata una seconda trance da altri 5 milioni, dopodiché entro il 20 giugno ne verrà versata una terza e ultima da 12 milioni, in modo da colmare l’attuale debito vantato nei confronti di Alyssa”.

L’ufficializzazione della cessione del Palermo, tenuto conto dei tempi burocratici, con relativa conferenza stampa con cui verranno presentati i futuri nuovi proprietari del Palermo calcio,potrebbe avvenire  orientativamente martedì 7 maggio prossimo.

Subito dopo la firma della cessione ufficiale davanti al notaio il Palermo avrà un suo nuovo consiglio di amministrazione che dovrebbe avere com Presidente  Vincenzo Macaione che nella trattativa con il Palermo ha svolto la funzione di Advisor e sarà invece sicuramente vice presidente Alessandro Albanese, il Presidente di Sicindustria, che insieme ad altri imprenditori palermitani a titolo personale e non in rappresentanza degli industriali, prenderà una quota simbolica delle azioni della nuova società mentre Fabrizio Lucchesi dovrebbe essere il nuovo Direttore generale e salvo sorprese resterebbe come Direttore sportivo anche Rino Foschi nonostante qualche malumore vero o falso che sia che sembra in ogni caso rientrato.

In consiglio di amministrazione, in rappresentanza della famiglia Tuttolomondo proprietaria di Arkus, ci sarà il Presidente del gruppo Walter.

Poi a smentire le voci circolate in questi giorni era arrivato anche il comunicato stampa ufficiale della Arkus che mette fine a tutte le illazioni che avrebbero potuto fare saltare la trattativa o creare ancora un volta una cortina di sospetto sui nuovi acquirenti e che volentieri pubblichiamo lasciando ad ognuno di voi la propria libera interpretazione.

Ed a chiarimento sulle altre notizie circolate su eventuali inadempienze e che nelle poche battute scambiate all’arrivo hanno ritenuto fossero fake news è arrivato un comunicato a chiarimento riservandosi di adire le vie legali a tutela della propria immagine.

Come detto su questo punto l’arrivo della delegazione a Palermo è stata preceduta dall’invio di un comunicato di Arkus Network a proposito dell’annuncio dell’Enac sull’inadempienza della società controllata da Arkus Network Partours nei confronti di Neos Airlines: “Si precisa e puntualizza – si legge sulla nota – che la società di gruppo Partours non ha mai stipulato con autonoma volontà negoziale accordi commerciali con il vettore aereo Neos air (100% Alpitour) e al medesimo pertanto nulla deve. Partours non ha alcuna responsabilità oggettiva nella vicenda del tutto arbitrariamente segnalata da Neos, tantomeno nei confronti dei passeggeri, non avendo rilasciato qualsivoglia titolo di viaggio. L’arbitraria segnalazione di Neos Air e la gravità dei fatti impongono di circoscrivere il presente comunicato nel rispetto dell’Authority e delle sue funzioni di vigilanza. Partours si dichiara pronta a offrire nelle opportune e competenti sedi ogni e più circostanziata informazione. Arkus Network e Partours si riservano di intraprendere azioni a tutela della propria immagine”.

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

L’Urbanista e il Ghostwriter

Sono cinquant’anni che percorro le stesse strade nella stessa città e quello che da sempre mi salta in mente è la piena considerazione che non sono i fabbricati a cambiare, ma è la gente e soprattutto il loro modo di vivere.
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.