Udc, lettera aperta di Figuccia a Cesa: "Ripartiamo da un grande partito di centro ispirato ai nostri valori" :ilSicilia.it

LA SFIDA DEL DEPUTATO REGIONALE

Udc, lettera aperta di Figuccia a Cesa: “Ripartiamo da un grande partito di centro ispirato ai nostri valori”

di
3 Settembre 2019

L’UdC torna a far parlare di se,  attraverso la voce del deputato regionale siciliano Vincenzo Figuccia.

L’onorevole centrista ha scritto un comunicato, sotto forma di lettera, indirizzata al segretario nazionale dell’UdC, Lorenzo Cesa, in cui chiede a chiare lettere la nascita di un nuovo polo moderato che lotti sui grandi temi siciliani ed italiani: “Caro Segretario Nazionale on. Lorenzo Cesa, oggi voglio ringraziarti per avere spiegato le bandiere dell’Udc tra le campagne siciliane. Qui a Grottarossa abbiamo lanciato un messaggio importante, il vento del Sud soffia sempre più forte e da qui avviamo una battaglia per la tutela dell’ambiente, per la difesa delle terre e per rilanciare i temi dell’agricoltura e del lavoro“.

Negli ultimi quindici anni  – sottolinea Figuccia – 2 milioni i tra giovani e lavoratori qualificati del Mezzogiorno, sono emigrati dalla loro terra natia verso il Nord perché privi di ogni speranza, aumentando il divario tra le due aree del paese. L’assenza dell’intervento statale, unito al mancato utilizzo dei fondi infrastrutturali europei, ha di fatto condannato il Mezzogiorno ad una condizione di arretratezza cronica, nell’indifferenza della politica dei Governi centrali che si sono alternati negli ultimi decenni, responsabili di avere “accantonato” la questione meridionale“.

Sul piano della politica nazionale, – prosegue il deputato UdC –  per tali ragioni sento l’esigenza di fare un appello al mio Segretario di partito. Basta nani e ballerine, basta partiti di plastica, per questo ti chiedo di riaffermare il sistema valoriale storico che sta alla base della nostra piattaforma. Già tante volte in Sicilia in questo anno, abbiamo sperimentato un’alleanza di centro destra che vede insieme la Lega, Fratelli d’ Italia, l’Udc, una Forza Italia rinnovata nella sua classe dirigente ed altre forze moderate che, insieme a noi avranno la capacità di portare i temi della giustizia sociale e della solidarietà in politica“.

Con l’Udc siamo pronti a rilanciare una grande piattaforma programmatica a sostegno del Sud e dalla Sicilia, saremo in grado di riporre al centro un partito capace di tornare a fare un risultato a due cifre. Per questa ragione, a margine di questa iniziativa, ti chiedo di concentrarci sulla battaglia per l’abbassamento dell’attuale soglia di sbarramento prevista per l’accesso in Parlamento alle prossime elezioni Politiche nazionali, auspicando nel contempo che i Senatori dell’Udc passino nel gruppo misto. Abbiamo il dovere morale di affermare la nostra identità e di opporci al grande inciucio in atto“, chiosa Vincenzo Figuccia.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

Vaccini, basta chiacchiere!

La consueta girandola dei colori delle regioni italiane colpisce ancora. Sembra di guardare dentro un caleidoscopio nel quale le forme ed i colori cambiano ad ogni movimento dell’oggetto

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin