Ue, Bandiera: "In Sicilia il Programma di sviluppo rurale ha superato gli obiettivi di spesa" :ilSicilia.it

la dichiarazione

Ue, Bandiera: “In Sicilia il Programma di sviluppo rurale ha superato gli obiettivi di spesa”

di
28 Dicembre 2020

Superato, con oltre un miliardo e 189 milioni, di euro di somme complessivamente già erogate agli agricoltori siciliani, a valere sul Programma di sviluppo rurale 2014-2020, l’obiettivo di spesa fissato dall’Unione europea. Ne dà notizia l’assessore regionale per l’Agricoltura Edy Bandiera.

“In questi tre anni di attività, abbiamo raggiunto una spesa sempre più qualificata, passando da erogazioni ‘in transizione o in trascinamento’, vale a dire – spiega l’assessore – relativi a graduatorie o impegni pluriennali, assunti nell’ambito della programmazione Psr 2007-2013, alla concreta attuazione di misure, bandi e investimenti destinati alle aziende agricole e ai giovani, alla tutela e salvaguardia dell’ambiente, alla infrastrutturazione del territorio rurale, all’agricoltura biologica e ad attività agricole in zone interne, montane e svantaggiate.

“A fronte di un obiettivo di spesa pubblica (n+3) 2020, che detta l’Ue, di 297.322.910,08 euro, la somma già erogata nel 2020, ad oggi, ammonta a circa 368 milioni di euro. In particolare, tra le misure più significative, sono stati erogati: 25,5 milioni di euro, a 1.267 giovani siciliani che, per la prima volta, hanno avviato un’azienda agricola, fattore questo che conferisce alla Sicilia il primato nazionale per numero di aziende gestite da giovani sotto i 35 anni; circa 106 milioni di euro agli agricoltori per la conversione o il mantenimento dell’agricoltura biologica, primato, tra le regioni europee, per superficie coltivata con metodo biologico, con 440 mila ettari complessivi”, prosegue.

E ancora: “oltre 56 milioni di euro alle aziende agricole per investimenti volti all’ammodernamento del sistema produttivo; 15 milioni per la diversificazione delle attività agricole, come agriturismi e agricoltura sociale; 85 milioni di pagamenti agro-climatici; 28 milioni a favore degli agricoltori che svolgono la loro attività in zone di montagna. Soddisfazione è stata espressa da Bandiera: “La Sicilia non restitusce somme all’Europa. Un plauso va rivolto al dipartimento agricoltura, guidato dal direttore Dario Cartabellotta e agli ispettorati dell’agricoltura di ogni provincia siciliana”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Da flop a fenomeno planetario

Nel maggio del 2017 in Spagna viene messa in onda per la prima volta la serie tv "La casa de papel" che, dopo un lusinghiero iniziale consenso di pubblico, vede diminuire rapidamente gli ascolti - tanto che al termine della seconda stagione i produttori e di conseguenza il cast ritengono concluso il progetto

La GiombOpinione

di Il Giomba

L’epoca dell’ansia

Accusano i giovani di non buttarsi e di aver sempre più paura: siamo sicuri che sia soltanto colpa loro? Non sempre, infatti, le cose sono come sembrano...

Blog

di Renzo Botindari

Sei sempre tu “uomo del mio tempo”

E si, ci sono periodi e questi sono quelli delle mutazioni genetiche, i più fortunati stanno afferrando le scialuppe di salvataggio e qualcuno ha pure fatto fuoco su gli altri fuggitivi pur di avere un posto, gli altri provano a rifarsi una verginità
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin