Un Ateneo europeo contro l'emorragia di iscritti: la ricetta Midiri per Unipa | VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

L'intervista al candidato Rettore Unipa

Un Ateneo europeo contro l’emorragia di iscritti: la ricetta Midiri per Unipa | VIDEO

di
16 Luglio 2021

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Quale futuro per gli studenti dell’Università di Palermo? Massimo Midiri, professore ordinario di Biomedicina, Neuroscienze e Diagnostica avanzata e candidato Rettore per il 2021-2027, ha le idee chiare sulle sfide e le opportunità dell’ateneo palermitano. L’obiettivo è quello di creare un’Università con al centro lo studente.

Parola chiave: partecipazione. E’ questo l’ingrediente principale della ricetta proposta da Midiri per valorizzare l’Università palermitana e i suoi studenti.  Intervenuto nel corso della Prima giornata del diritto allo studio universitario, organizzata dall’Ersu, Midiri ha sottolineato il fatto che, accanto ai problemi relativi  alle borse di studio o alla capacità di reperire alloggi destinati ai fuorisede, c’è l’esigenze di coinvolgere maggiormente lo studente nella vita attiva dell’Ateneo. Insomma, le scelte degli organi accademici e le decisioni dalle strutture più importanti dei dipartimenti, devono avere il punto di vista dei protagonisti principali. Senza questo cambio di mentalità, è difficile discutere efficacemente di offerta formativa e di una svolta concreta nell’approccio alla vita accademica. “Palermo – dice Midiri – può ancora diventare una sede universitaria moderna, efficiente, europea che dia garanzie di un’occupazione futura”.

Altro tema cruciale, molto sentito dalla comunità universitaria è stato ed è ancora il dibattito sulla didattica a distanza che di fatto, spiega Midiri,  ha avvicinato molto gli atenei tradizionali al mondo delle università telematiche. “Nel DNA dell’Ateneo palermitano è forte l’elemento della socialità. Pertanto, auspichiamo un ritorno delle attività in presenza che consenta di sentirsi parte di una comunità. Università non significa solo erogare lezioni per diventare bravi professionisti ma vivere un mondo fatto di incontri e di  vita collettiva che fa diventare lo studente, cittadino consapevole“.

Midiri è poi tornato su un altro problema, quello della “fuga dei cervelli”.

“Abbiamo un’emorragia devastante dei nostri ragazzi soprattutto quando pensano di iscriversi a corsi di laurea magistrale per cui assistiamo a un tracollo delle iscrizioni. Vanno molto bene le triennali poi però, gli studenti tendono ad andare fuori per continuare il percorso di studio alla ricerca di un’esperienza culturale che dia una garanzia sul fronte occupazionale. Bisogna lavorare molto sul territorio e sulle politiche di placement. Il futuro Rettore dovrà dialogare bene con tutti gli attori della politica per costruire occupazione per gli studenti e richiamare i ragazzi dall’estero con dei programmi dedicati”. Infine Midiri ha sottolineato l’importanza di un’esperienza all’estero che permette di acquisire un know how più esteso. Un valore aggiunto per la formazione del professionista, percepito e riconosciuto dagli stessi studenti.

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.