Un fine settimana all'insegna della cultura con le "Giornate Europee del Patrimonio" | Il programma :ilSicilia.it

Il 21 e 22 settembre

Un fine settimana all’insegna della cultura con le “Giornate Europee del Patrimonio” | Il programma

17 Settembre 2019

Sabato 21 e domenica 22 settembre tornano, nei musei e nei luoghi della cultura di tutta Italia, le Giornate Europee del Patrimonio, con tema “Un due tre… Arte! – Cultura e intrattenimento”, a cui possono partecipare tutti i luoghi della cultura statali e non statali. I primi osserveranno gli orari di apertura ordinari, con i consueti costi e le agevolazioni e gratuità previste per legge, per le aperture diurne di sabato 21 e di domenica 22 settembre; l’apertura straordinaria serale di sabato, invece, sarà di 3 ore, con biglietto di ingresso al costo simbolico di 1 euro, eccetto le gratuità di cui sopra.

I musei e i luoghi della cultura non statali possono aderire alle Giornate Europee del Patrimonio contattando i Poli museali di riferimento. Nelle Province autonome di Trento e Bolzano è possibile contattare il Polo museale del Veneto, nella regione Valle d’Aosta il Polo museale del Piemonte e nella regione Sicilia la rispettiva Soprintendenza archivistica.

La lingua SicilianaPrima di conoscere i luoghi di cui potremo godere in questo fine settimana, che si preannuncia ricco di appuntamenti, una dichiarazione d’amore alla nostra isola di luce che ha, ovviamente, i suoi lati oscuri.

La Sicilia, che il nostro quotidiano on-line ha voluto omaggiare a partire dal nome, è culla di civiltà e crocevia di popoli che l’hanno dominata e amata, lasciandole impronte indelebili in ogni campo, dalla lingua all’arte e alla cucina; non è solo mare, ma entroterra misterico; è montagna divina, l’Etna; isola con isole, cariche di energia e magia palpabili; tanto luminosa da abbagliare e tanto oscura da far perdere i punti di riferimento; amichevole e riservata; estroversa e intimista; luogo di visibile e invisibile che si sovrappongono; di riti che affondano nella notte dei tempi, ma che resistono all’oggi pur di raccontarla e svelarla nella sua essenza.

La Sicilia è terra da assaporare con ogni senso e in ogni senso: nutriente e arricchente, leggibile e spiazzante, ponte tra Oriente e Occidente, quadro di natura “palpitante” e il 21 e il 22 settembre la potrete scoprire per, poi, cristallizzarla dentro. Cominciamo il nostro viaggio di scoperta.

PROGRAMMA

AGRIGENTO

Notai a Sciacca – immagini, scritture, testi

Sciacca, Archivio di Stato di Agrigento. Sezione di Sciacca

Mostra – Dal 21 settembre 2019 al 22 settembre 2019 (orario 9 – 13)

La dipendente Sezione di Sciacca, dell’Archivio di Stato di Agrigento, partecipa alle Giornate Europee del Patrimonio 2019, con l’apertura straordinaria della sede nelle giornate di sabato 21

Cunti, canti, jochi e strummula

Sciacca, Antiquarium di Monte Cronio

Visita guidata – Dal 21 al 22 settembre 2019 (orario 10 – 13 – 18 – 23)

La Biblioteca “Aurelio Cassar” apre le porte e offre al pubblico: la fruizione guidata del Fondo antico; la riscoperta dei giochi fanciulleschi, delle filastrocche e dei canti della tradizione

Archivio Inedito – Visite guidate presso i depositi archivistici

Agrigento, Archivio di Stato di Agrigento. Deposito sussidiario

Visita guidata – Dal 21 al 22 settembre 2019 (orario 9 – 13)

CALTANISSETTA

Dai giocolieri, saltimbanchi e prestigiatori di strada al Teatro Margherita

Caltanissetta, Archivio di Stato di Caltanissetta

Mostra – Il 21 settembre 2019 (orario 9 -13)

CATANIA

Tra Natura e Cultura: RiscopriAmo Valverde

Catania, Comune di Valverde

Mostra – Dal 21 al 22 settembre 2019 (orario 9-13- 16.30-21)

La manifestazione vuole evidenziare l’importanza della diffusione del diritto all’eredità culturale tra le generazioni, come diritto universale a partecipare alla vita culturale di un territorio.

Visita alla mostra “I have a dream… Il Filo Rosso, Il Pugno Chiuso e la Grafica d’Autore. Immagini d’arte e slogan di lotta nei manifesti (inediti) dell’Archivio di Franco Pezzino (1966 – 1988).”

Catania, Archivio di Stato di Catania

Visita guidata – Il 21 settembre 2019 (orario 9 alle ore 13)

Visita alla mostra “Missione Apollo 11. Alla conquista della Luna 16 – 24 luglio 1969. Alla conquista della memoria nel 50° anniversario dello sbarco sulla Luna 16 – 24 luglio 2019. Esposizione di giornali d’epoca sulla più grande avventura dell’uomo nello Spazio”

Catania, Archivio di Stato di Catania

Visita guidata – Il 21 settembre 2019 (orario dalle 9 alle 13)

L’Archivio di Stato di Catania aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio 2019 con tre eventi, i cui temi si collegano strettamente allo slogan lanciato quest’anno: “Un due tre… Arte! – Cultura e …

Proiezione del video “I concerti che hanno fatto la storia della musica”

Catania, Archivio di Stato di Catania

Visita guidata – Il 21 settembre 2019 (orario dalle 9 alle 13)

Family Tour – Il Barocco

Catania Centro Storico

Visita guidata – Il 22 settembre 2019 (alle 17)

Catania fa parte del patrimonio dell’umanità dell’Unesco per il suo splendido Barocco. Ma che vuol dire “Barocco”? Come è nato e che cosa indica? Lo scopriremo insieme passeggiando per la città.

ENNA

Musica e musicanti… il Teatro d’opera e le Bande musicali

Enna, Archivio di Stato di Enna

Mostra – Dal 21 al 30 settembre 2019 (orario 9 – 13)

Per le Giornate Europee del Patrimonio l’Archivio di Stato di Enna dedica una mostra documentaria alla più alta forma d’arte, «la musica che incivilisce il cuore»

MESSINA

Tracce di donne – Percorsi al femminile tra passato e presente

Messina, Archivio di Stato di Messina

Apertura straordinaria – Dal 21 settembre 2019 al 22 settembre 2019 (orario 9 – 13)

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio l’Archivio di Stato di Messina, presenta la mostra storico-documentaria dal titolo “Tracce di donne – Percorsi al femminile tra passato e…

RAGUSA

Presentazione Archivio Ajosa-Statella – Visite didattiche guidate

Ragusa, Archivio di Stato di Ragusa

Attività didattica – Dal 21 settembre 2019 al 13 ottobre 2019 (orario 9 -13)

Sabato 21 Settembre e Domenica 13 ottobre 2019, nell’ambito delle Giornate Europee del Patrimonio e Domenica di Carta, l’Archivio di Stato di Ragusa effettuerà visite didattiche guidate.

SIRACUSA

“L’architetto reggio della città di Noto” Paolo Labisi. Documenti e disegni della Chiesa e Casa dei Crociferi

Noto, Sezione Archivio di Stato di Noto

Mostra – Dal 21 settembre 2019 all’1 marzo 2020 (orario: Lunedi a Giovedì: 8.30-16.30 Venerdì: 8.30-15.30)

La mostra è dedicata all’architetto netino Paolo Labisi, figura rilevante del XVIII secolo e del tardo barocco di Noto. La documentazione esposta, è relativa alla costruzione della Casa dei Padri Crociferi.

TRAPANI

Visita guidata al Museo delle Trame Mediterranee “Trame Mediterranee: un viaggio dalle arti decorative ai linguaggi contemporanei”.

Gibellina, Museo delle trame mediterranee
Visita guidata – Dal 21 al 22 settembre 2019 (orario 9-13 – 15 -18)

La visita guidata propone un percorso all’interno della collezione del Museo delle Trame mediterranee, dalle arti decorative ai linguaggi contemporanei.

Queste notizie sono state prese dal sito www.beniculturali.it sul perché manchi Palermo non sappiamo darvi risposta.

Buona Sicilia.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.