Un palermitano finisce sul New York Times con un libro sull' "incompiuto siciliano" :ilSicilia.it

centinaia di strutture identificate

Un palermitano finisce sul New York Times con un libro sull’ “incompiuto siciliano”

di
5 Luglio 2018

In viaggio tra le incompiute d’Italia. Attraverso un articolo a firma di Merrell Hambleton, il New York Times ha raccontato l’esperimento dell’artista palermitano Andrea Masu e del collettivo Alterazioni Video a caccia delle tante “rovine” disseminate lungo lo Stivale. Monumenti al precario, all’incompleto, retaggio di politiche pressapochiste e spendaccione.

Il giornale statunitense parla in questo modo dei simboli di quello che sembra essere quasi diventato uno stile artistico, “l’incompiuto italiano“. Un viaggio iniziato dalla Sicilia, regione ricchissima di opere non terminate e sovradimensionate e incoronando capitale del “non finito” Giarre, in provincia di Catania.

“Lo stadio di Giarresi legge nell’articoloha un’arena di cemento costruita per contenere 20.000 persone in una città di appena 27.000 individui. Sempre a Giarre si erge una piscina olimpionica, un circuito automobilistico, una casa di cura, tutti abbandonati a metà costruzione, come tanti pensieri semi-formati“.

Il New York Times loda l’attività del collettivo Alterazioni Video, “Un gruppo – si legge nell’articolo – impegnato in lavori che riguardano la denuncia di assurdità politiche”. “E’ chiaro che nessuno, nemmeno il governo italianocontinua ancora il quotidiano – sa esattamente quanti progetti falliti sono sorti in tutto il paese durante gli anni del boom postbellico”.

Per oltre 10 anni, Masu e gli altri membri di Alterazioni Video hanno attraversato l’Italia per documentarli. Le 696 strutture che hanno identificato e fotografato fino ad oggi (il gruppo stima che ce ne siano più di 1.000) appaiono nel nuovo libro “Incompiuto: The Birth of a Style“, pubblicato da Humboldt Books in collaborazione con Fosbury Architecture. Attraverso fotografie e saggi critici, il libro spiega che questi edifici inutilizzati costituiscono un nuovo stile, l’ “Incompiuto Siciliano”.

Ma non solo di Sicilia si parla nel servizio. Nella versione online, rilanciata sulle pagine social della testata, il New York Times ha pubblicato una carrellata di foto di incompiute costruite oltre lo Stretto. A fare bella (o cattiva) mostra lo Sport Center di Roma, il villaggio rurale di Matera, la scuola media di Sant’Agata di Puglia, nel Foggiano, il viadotto Barche di Chieti o, tornando ancora in Sicilia, i piloni della Mussomeli – Caltanissetta, nel Nisseno.

 

L’articolo del New York Times in lingua originale. Clicca qui. 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro