18 gennaio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.30
caronte manchette
caronte manchette

Una buona Epifania culinaria

Un pranzo di festa dai sapori siculo-londinesi [Ricette e fotogallery]

6 gennaio 2019
'
'
'
'
'
'
'
'

La vostra Patti Holmes vuole raccontarvi un festoso pranzo di famiglia consumato a Londra, da lei molto amata, in cui si sono unite varie tradizioni: antipasti dal mondo; un primo della tradizione sicula, che più siculo non si può; un secondo molto british e dolcetti anglo-siculo-italici.

La bellezza di questa città è che, anche se da un punto di vista culinario di suo ha ben poco, permette di assaggiare le cucine, anche le più impensabili, realizzando ogni desiderio e curiosità. Certo, le tradizioni siciliana e la italiana restano le più apprezzate e i nostri ristoranti i più cari e, nonostante tutto, affollati.

In questo pranzo a 4, dominato dal colore, si respira un’aria internazionale di cui voglio rendervi partecipi. Siete pronti per le ricette della vostra Patti Holmes che, oggi, è più Patti Chef? Allora partiamo subito.

Antipasti dal mondo:

Salumi vari, mozzarelline di latte di pecora, hummus di ceci (di cui darò la ricetta), patè di albicocche, fagiano e castagne, samosa.

Ricetta di Hummus di ceci

L’Hummus  è una salsa a base di pasta di ceci e pasta di semi di sesamo  aromatizzata con olio di oliva, aglio, succo di limone e paprica, semi di cumino in polvere e prezzemolo finemente tritato. Nasce in Libano e si diffonde nei paesi vicini (Siria, Giordania). È ormai un classico anche nelle cucine israeliana e palestinese e la sua origine si perde nell’antichità. La ricetta che faremo insieme si prepara con i ceci in scatola se, però, avete un po’ di tempo, usate i ceci secchi, ancora più sani e gustosi, e facili da preparare: basta metterli a bagno , per circa 12 ore, in abbondante acqua con un po’ di bicarbonato finché non siano raddoppiati di volume. Scolate i ceci e lessateli in acqua lievemente salata fino a che non siano diventati morbidi, per questo servono un altro paio d’ore). Se ne avete voglia, strofinateli tra le mani per togliere le pellicine ed avere un hummus ancor più vellutato. Ricordate, poi, che per preparare l’humus serve la tahina, una densa salsa di semi di sesamo facilmente reperibile presso gli alimentari etnici, in diverse catene di supermercati.

Ingredienti:

  • 400 g di ceci lessati e scolati
  • 1 o 2 cucchiai di succo di limone
  • 4 cucchiai di olio d’oliva extravergine
  • 2 spicchi d’aglio schiacciati
  • 1 cucchiaino di sale
  • 6 cucchiai di tahina
  • 1 ciuffetto di prezzemolo fresco
  • 1 pizzico di paprika (facoltativa)

Procedimento:

Frulla tutti gli ingredienti ad eccezione del prezzemolo fino ad ottenere una salsa densa ma senza grumi. Se il composto risulta troppo denso o grumoso, aggiungi un po’ di acqua calda di governo o di cottura dei ceci.
Decora con il prezzemolo fresco tritato e, se vuoi, con un filo d’olio extravergine e con un pizzico di paprika e il tuo hummus è pronto.

Tradizionalmente si mangia con polpettine di carne o pesce, cruditè, falafel di ceci, pita, pane, ma nulla vieta di spalmarlo su crostini, cracker e qualunque altro alimento preferiate.

Una volta preparato, l’hummus può essere conservato, ben coperto, per diversi giorni in frigorifero.

Primo piatto:

Mezze maniche con broccoli arriminati e besciamella al forno

Un primo siculo, che più siculo non si può che, sprigionando profumi irresistibili, fa sognare, ingrassare, godere, riportandoci al passato.

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 di pasta
  • 1 cavolfiore grandezza media
  • 4 acciughe salate
  • 1 cipolla
  • olio extravergine d’oliva
  • sale
  • pepe
  • besciamella (anche già pronta da aggiustare con del formaggio, a vostro piacimento, grattugiato)

Procedimento:

1. Lessate il cavolfiore tagliato a tocchetti, toglietelo dalla pentola e conservate l’acqua per cuocervi, poi, la pasta.

2. In un tegame soffriggete la cipolla grattugiata in abbondante olio, aggiungete le acciughe, lasciate insaporire e versate nel tegame anche il cavolfiore, che dovrà soffriggere a fiamma vivace.

3. Lessate la pasta nell’acqua di cottura del cavolfiore, scolatela al dente, amalgamatela col condimento.

4. In una teglia, foderata con della carta forno, fate uno strato di mezze maniche con i broccoli, uno di besciamella e uno di pecorino; un secondo strato e finite con la besciamella spolverizzata di pecorino.

5. Mettete in forno fino a quando non si sarà creata una crosticina dorata.

Secondo piatto:

Tacchino ripieno con prugne, albicocche e castagne

Ingredienti:

  • 800 g di tacchino
  • 20 g burro
  • 80 g pancetta affumicata o bacon
  • 8 albicocche
  • 8 prugne secche
  • 8 castagne
  • 5 dl cognac
  • pepe nero q.b.
  • sale q.b.
  • 2 dl brodo di pollo

Procedimento:

1. Riunite la frutta secca in una ciotola, aggiungete il cognac e lasciatela macerare per 30 minuti. Allineate le fette di pancetta su un foglio di carta da forno, accavallandole leggermente tra loro; sfregate la fesa di tacchino con una presa di sale e una macinata di pepe, disponetela al centro della pancetta e avvolgetela intorno alla carne. Fissate tutto con alcuni giri di spago da cucina.

2. Sciogliete il burro in una casseruola da forno, unite la carne preparata e trasferite la casseruola in forno scaldato a 200° per 20 minuti. Aggiungete la frutta secca con il cognac di macerazione e il brodo bollente e proseguite la cottura per altri 30 minuti a 180°.

3. Togliete il tacchino dal fondo di cottura, avvolgetelo in un foglio di alluminio e lasciatelo riposare per 5 minuti; eliminate alluminio e spago e servite l’arrosto con una salsa di mirtilli e una di albicocca.

Dolci:

Scorzette d’arancia al cioccolato; Carrot Cake; Mince Pies; Christmas Pudding; Terry’s Chocolate Orange; Ferrero Rocher assortiti.

Ricetta Mince Pies

Le mince pies sono delle tortine ripiene di frutta secca che nei negozi iniziano a trovarsi almeno dall’inizio di novembre. La loro caratteristica delle mince pies è il ripieno che, secondo tradizione, andrebbe preparato circa 6-7 settimane prima dell’utilizzo in modo che i vari sapori possano amalgamarsi e lo zucchero, a contatto con il liquore, rilasci una sorta di sciroppo che andrà poi a rendere davvero saporite le mince.

Ingredienti per 10/12 persone per la base:

  • 225 grammi di burro freddo tagliato a dadini
  • 350 grammi di farina
  • 120 ml di acqua ghiacciata
  • 100 grammi di zucchero semolato
  • un pizzico di sale
  • 1 uovo sbattuto

Per il ripieno:

  • 175 grammi di zucchero di canna
  • 175 grammi di uva passa scura
  • 125 grammi di uva passa chiara
  • 125 grammi ribes disidratati
  • 125 grammi di canditi
  • 25 grammi di nocciole sminuzzate
  • 1 cucchiaino di misto di spezie
  • 1 cucchiaino di cannella
  • Una grattata di noce moscata
  • 225 grammi di mele grattate
  • 125 grammi di burro fuso
  • 3 cucchiai di Brandy, Rum o Whiskey

Procedimento:
1. Preparare il ripieno versando tutti i primi nove ingredienti della lista in una ciotola e mescolando per bene. Aggiungere a questi ingredienti le mele grattate, il burro fuso e il liquore a scelta tra quelli proposti. Coprire e lasciare insaporire per almeno un paio di notti a temperatura ambiente.

2. Preparare la base per le mince pies mescolando in una ciotola il burro e la farina usando le mani in modo da formare un composto simile al pangrattato. Praticare un buco al centro del composto, versare l’acqua, lo zucchero e il sale e impastare tutto fin quando non si forma un composto solido e liscio.

3. Scaldare il forno a 200° e imburrare dei pirottini di alluminio usa e getta. Stendere la pasta ad una media altezza su un piano infarinato e ritagliare 12 cerchi grandi quanto i buchi dello stampo. Dalla pasta rimasta ritagliare, usando un tagliabiscotti apposito, 12 stelle della grandezza di poco inferiore al cerchio di pasta appena ritagliato. Sistemare ogni cerchio dentro lo stampo, modellare in modo da coprire i bordi dello stampo stesso e versare all’interno un cucchiaino e mezzo di ripieno. Chiudere con una stella di pasta senza premere troppo ma cercando di far combaciare le punte della stella con i bordi del cerchio di pasta.

4. Cuocere per circa 15 minuti o fino a doratura, sfornare, lasciar raffreddare a temperatura ambiente e spolverizzare di zucchero a velo.

Si mantengono benissimo per almeno 10 giorni in una busta di plastica o dentro un contenitore.

Buona Epifania e che festa sia.

Tag:
Wanted
di Ludovico Gippetto

Mafia, ladruncoli, o collezionisti seriali?

Quando si sente parlare di opere trafugate, molto spesso si pensa ad un gesto occasionale, magari a cura di balordi o inconsapevoli ladruncoli, che con poca esperienza arraffano alla meglio quello che capita sotto mano.
Andiamo a quel Paese
di Valerio Bordonaro Marco Scaglione

Diario di Singapore – Seconda Parte

Opportunità di business per le aziende siciliane, sia nella grande distribuzione, sia in hotel, ristoranti e catering. A Singapore i prodotti che potrebbero avere mercato sono: i preparati per gelato, i dolci da forno, i formaggi, le birre semi-artigianali, le conserve di verdura e le conserve ittiche.