Un senzatetto si è stabilito in un uno dei monumenti più antichi di Palermo. Città dell'accoglienza? :ilSicilia.it
Palermo

di fronte a Palazzo delle Aquile

Un senzatetto si è stabilito in un uno dei monumenti più antichi di Palermo. Città dell’accoglienza?

di
19 Agosto 2018

A Palermo città dell’accoglienza accade anche questo, un povero senzatetto ha stabilito la sua dimora negli anfratti di uno dei monumenti più antichi e storicamente rilevanti della città, nella piazza dove svettano le chiese di San Cataldo e della Martorana, di fronte a Palazzo delle Aquile, praticamente sotto gli occhi del Sindaco, verrebbe da dire, ma nessuno sembra accorgersene.

“Nessuno si adopera per farlo spostare in un centro decoroso, di fornirgli assistenza e cura, come doveroso in una metropoli orgogliosa di essere la “città dell’accoglienza”. Proviamo a spostare la scena, per esempio, nella Fontana di Trevi a Roma. Troveremmo la stessa indifferente strafottenza? Aiutare questo diseredato forse non avrebbe alcun rilievo mediatico. E la città “manifesta” sempre più la sua vera vocazione verso la decadenza, sotto gli occhi indifferenti di tutti” dichiarano dall’associazione comitati civici Palermo che ha fatto la segnalazione. 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin