Una gita nella Riserva Naturale di Torre Salsa | IL PROGRAMMA :ilSicilia.it
Agrigento

Il 25 aprile

Una gita nella Riserva Naturale di Torre Salsa | IL PROGRAMMA

19 Aprile 2019

Quello che vi vogliamo raccontare, per invogliarvi a viverlo, è un 25 aprile, doveva essere Pasquetta, ma è stato rimandato per avverse condizioni meteo, a Torre Salsa, luogo d’incantamento dalla sabbia fine, dalla natura incontaminata e di prepotente bellezza, il paradiso all’improvviso, uno dei tanti della nostra Triquetra e di cui la provincia di Agrigento è custode. Un luogo da amare.

VisitAgrigento e diverse associazioni del territorio, raccogliendo l’accorato appello dell’ALT Associazione Leisure and Tourisme, organizzano una passeggiata all’interno della Riserva Naturale di Torre Salsa, in quel territorio che amiano definire quasi “vergine”, che va dalle spiagge del borgo marinaro di Siculiana Marina alle rovine dell’antico insediamento ellenistico di Eraclea Minoa, anch’essa con una distesa di sabbia spalleggiata da una lussureggiante pineta che permette di alternare il brivido caldo del sole con quello fresco dell’ombra dei maestosi alberi, con un panorama magico fatto di falesie di gesso, marne calcaree, spiagge solitarie e acque trasparenti.

Il programma prevede:

Alle 9 il 1° Luogo di incontro: Museo MeTe, in via Picarella (Quartiere Casale), Siculiana (Ag).

Alle 9:45 il 2° Luogo di Incontro: Centro visite “F. Galia”, Torre Salsa, Siculiana (Ag).

La durata è di 3 e mezza ore circa, dalle 9 alle 12:30. Il livello di difficoltà è piuttosto facile; solo sulla via del ritorno, attraverso un sentiero, diventa leggermente faticoso a causa delle pendenze e, quindi, non è adatto a bambini con meno di 10 anni. L’equipaggiamento consigliato prevede: scarpe da trekking, zaino, giacca a vento, abbigliamento sportivo, 2 litri di acqua, cappello e bastone. Il Pranzo è a sacco e il contributo di partecipazione (interamente devoluto al Mete tramite tessera associativa Alt Siculiana) è di 15,00 euro.

L’evento prevede un numero limitato di partecipanti, quindi è necessario prenotare entro il 24 aprile telefonando a Marcello (anche whatsapp) al 3807985180; a Stefano (anche whatsapp) al 3289681701 o attraverso mail: info@visitagrigento.it

IL PERCORSO

La passeggiata prevede una piccola sosta con una interessante introduzione didattica presso il Museo #MeTe con la visione di filmati e materiali fotografici relativi la Riserva; da lì inizierà l’escursione vera e propria che avrà come tappe: visita al punto panoramico, camminata lungo il sentiero Galia, fino a raggiungere l’Oasi WWF in cui è possibile scorgere paesaggi mozzafiato e particolarità faunistico-floreali. All’interno dell’Oasi sarà prevista una piccola sosta relax e, a richiesta, accompagnati potrete andare sulla spiaggia, di una bellezza mozzafiato, seguendo un apposito sentiero avventura. La Riserva prende il nome dall’antica Torre di avvistamento progettata intorno al 1500 da Camillo Camilliani e chiamata appunto Torre Salsa o Marinata. Altro elemento archeologico della Riserva è la zona del Pantano con l’omonima Torre, ancora oggi poco studiata. Lungo i percorsi è anche possibile vedere una magnifica “Calcara”, tipica struttura rurale che serviva a produrre la calce di gesso.

Cos’è il MeTe?

museo-della-memoria-

Il Museo della Memoria e del Territorio di Siculiana è da intendere come uno spazio in cui le memorie individuali e collettive di una comunità si inscrivono nella storia dei luoghi e del territorio locale, sconfinando da un passato più o meno lontano fino all’attualità. ll Museo, sito presso il Casale, il più antico quartiere di Siculiana, ospita i cimeli del medico garibaldino dott. Giuseppe Basile, attrezzi e utensili riguardanti il ciclo del grano, la tradizione vitivinicola e altri mestieri, una esposizione fotografica d’epoca e il sistema multimediale con il quale interagire tra i vari contenuti. La sezione religiosa e quella relativa alla memoria dei Caduti della Grande Guerra completano l’allestimento.

Storia della Fondazione

L’idea di istituire il Museo viene concepita nel 2009 quando alcuni giovani di Siculiana decidono di fondare l’ALT Associazione Leisure and Tourisme. Nel 2010 l’Associazione organizza in collaborazione con il Comune di Siculiana le “Celebrazioni del Settecentenario” della Fondazione del paese; per l’occasione viene allestita, presso i locali del Castello Chiaramonte, la mostra audio-video-fotografica dal titolo “Frammenti di Memoria”. In quell’occasione l’Associazione ALT, l’associazione Siculiana On Line e numerosi cittadini collaborarono recuperando e acquisendo in file diverse fotografie d’epoca. Nel 2011 l’associazione ALT organizza il Laboratorio Permanente per la Ricerca Etnografica organizzando, tra l’altro, i primi Campi Estivi per il Museo della Memoria e del Territorio.

Nel 2012 prosegue il lavoro di ricerca e contestualmente si procede con una progressiva raccolta di oggetti di interesse etnoantropologico. Durante i Campi Estivi del 2012, l’associazione elabora diversi Itinerari Museali a Cielo Aperto. Nel 2013 il Comune di Siculiana autorizza l’associazione ALT ad utilizzare i locali museali ubicati presso la via Picarella, nel suggestivo quartiere Casale. Nel 2013 l’associazione, non avendo ricevuto nessun contributo pubblico per l’allestimento del Museo, comincia a raccogliere fondi tra i privati. Nell’estate del 2013, durante i Campi Estivi, si organizza il Laboratorio per la Catalogazione dei Beni Demoetnoantropologici. Dal mese di ottobre 2013 partono i lavori di allestimento con i pochissimi fondi raccolti tra i privati. Nei primi mesi del 2014 l’associazione prosegue i lavori di allestimento e la raccolta fondi. In data 30 aprile 2014, dopo anni di fatica e lavoro, l’associazione concretizza quell’idea concepita nel 2009: fondare il #MeTe Museo della Memoria e del Territorio.

A 10 anni dalla fondazione dell’ALT Associazione Leisure and Tourisme con tanti progetti e iniziative realizzate e ancora da realizzare, il MeTe rischia di chiudere per mancanza di fondi. Ecco l’idea di una Pasquetta per sostenere il Museo della Memoria e del Territorio di Siculiana,  anima del territorio che, come soffio vitale, vi trasmetterà il suo respiro palpitante vita.

 

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.