Una statua per Ciccio, il Leone di Villa Giulia | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Palermo

L'appello lanciato sui social per ricordare il grande felino

Una statua per Ciccio, il Leone di Villa Giulia

26 Aprile 2017

Tanti ricordi, storie e aneddoti sul leone, chiamato Ciccio, che intorno agli anni ’80 era per grandi e piccoli una delle principali attrazioni di Villa Giulia al Foro Italico. Grande lo stupore dei bambini nell’osservare il “re della foresta” pronto a far sentire il suo possente ruggito, ma c’era anche in molti, in particolare tra le gente più sensibile, la consapevolezza dell’infelicità della sua prigionia. Agli inizi degli anni ’90, il leone venne poi trasferito da Villa Giulia alla zoofattoria di Terrasini, dove morì dopo circa cinque anni, ma ancora oggi c’è chi mantiene viva, attraverso fotografie, esperienze e racconti, la memoria del robusto, seppure malinconico, felino.

Recentemente è nata anche una pagina Facebook “Una statua a villa Giulia per Ciccio, il Leone dei palermitani”, per chiedere che venga, appunto, a lui dedicata una statua nel luogo dove ha vissuto per ben trent’anni.

Questa pagina nasce sull’onda delle emozioni che ha suscitato la notizia che il Museo di Zoologia Pietro Doderlein dell’Università di Palermo, avesse organizzato nei giorni 22 e 23 aprile 2017 l’esposizione temporanea dello scheletro del leone Ciccio di villa Giulia – scrivono gli ideatori della pagina – Un post pubblicato sull’argomento ha suscitato tantissimi commenti e tantissima indignazione, da qui lo spunto di dedicare una statua a questo Grande palermitano. Sì, perché noi pensiamo che Ciccio non rappresenti un semplice reperto per i palermitani, ma faccia parte della memoria storica di intere generazioni”. 

Pensiamo – continuano – che il miglior modo per ricordarlo non sia quello di osservare il suo scheletro, o il suo ologramma o chissà quale altro macabro spettacolo di un leone morto, ma sia quello di dedicargli una statua, da collocare lì dove ha vissuto forzatamente per circa trenta anni, dagli anni sessanta fino al 1990, a villa Giulia”.

L’appello lanciato sui social è rivolto all’amministrazione comunale o a chiunque voglia contribuire a dedicargli una statua. “Siamo convinti  – aggiungono – che migliaia e migliaia di palermitani risponderanno all’appello e siamo sicuri che sarà solo questione di tempo”.

Foto copertina dalla pagina Facebook “Una statua a villa Giulia per Ciccio, il Leone dei palermitani”.

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.