Una statua per Ciccio, il Leone di Villa Giulia | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Palermo

L'appello lanciato sui social per ricordare il grande felino

Una statua per Ciccio, il Leone di Villa Giulia

di
26 Aprile 2017

Tanti ricordi, storie e aneddoti sul leone, chiamato Ciccio, che intorno agli anni ’80 era per grandi e piccoli una delle principali attrazioni di Villa Giulia al Foro Italico. Grande lo stupore dei bambini nell’osservare il “re della foresta” pronto a far sentire il suo possente ruggito, ma c’era anche in molti, in particolare tra le gente più sensibile, la consapevolezza dell’infelicità della sua prigionia. Agli inizi degli anni ’90, il leone venne poi trasferito da Villa Giulia alla zoofattoria di Terrasini, dove morì dopo circa cinque anni, ma ancora oggi c’è chi mantiene viva, attraverso fotografie, esperienze e racconti, la memoria del robusto, seppure malinconico, felino.

Recentemente è nata anche una pagina Facebook “Una statua a villa Giulia per Ciccio, il Leone dei palermitani”, per chiedere che venga, appunto, a lui dedicata una statua nel luogo dove ha vissuto per ben trent’anni.

Questa pagina nasce sull’onda delle emozioni che ha suscitato la notizia che il Museo di Zoologia Pietro Doderlein dell’Università di Palermo, avesse organizzato nei giorni 22 e 23 aprile 2017 l’esposizione temporanea dello scheletro del leone Ciccio di villa Giulia – scrivono gli ideatori della pagina – Un post pubblicato sull’argomento ha suscitato tantissimi commenti e tantissima indignazione, da qui lo spunto di dedicare una statua a questo Grande palermitano. Sì, perché noi pensiamo che Ciccio non rappresenti un semplice reperto per i palermitani, ma faccia parte della memoria storica di intere generazioni”. 

Pensiamo – continuano – che il miglior modo per ricordarlo non sia quello di osservare il suo scheletro, o il suo ologramma o chissà quale altro macabro spettacolo di un leone morto, ma sia quello di dedicargli una statua, da collocare lì dove ha vissuto forzatamente per circa trenta anni, dagli anni sessanta fino al 1990, a villa Giulia”.

L’appello lanciato sui social è rivolto all’amministrazione comunale o a chiunque voglia contribuire a dedicargli una statua. “Siamo convinti  – aggiungono – che migliaia e migliaia di palermitani risponderanno all’appello e siamo sicuri che sarà solo questione di tempo”.

Foto copertina dalla pagina Facebook “Una statua a villa Giulia per Ciccio, il Leone dei palermitani”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.