Una talpa nell'inchiesta Zamparini? Perquisita la casa di un giudice :ilSicilia.it
Palermo

indagato per violazione del segreto investigativo

Una talpa nell’inchiesta Zamparini? Perquisita la casa del capo dei Gip di Palermo

di
13 Giugno 2019

La guardia di finanza di Palermo, il 13 giugno, ha effettuato una perquisizione nell’abitazione del giudice Cesare Vincenti, capo dell’ufficio gip del capoluogo siciliano.

Gli accertamenti sono stati disposti dalla procura di Caltanissetta che indaga sull’eventuale esistenza di una talpa negli uffici giudiziari che avrebbe avvisato l’ex presidente del Palermo calcio Maurizio Zamparini di una richiesta pendente di arresto a suo carico.

Il giudice Cesare Vincenti

Secondo gli investigatori, dunque, qualcuno avrebbe informato l’ex patron rosanero che c’era una richiesta di arresto nei suoi confronti.

L’inchiesta è durata diversi mesi nel tentativo di ricostruire i tasselli: la svolta arriva a maggio 2018 quando l’allora presidente del Palermo, Giovanni Giammarva, viene intercettato mentre parla con Zamparini.  “Senti, io oggi sono dalle tue parti… riusciamo a vederci?”.

Da qui l’appuntamento fissato all’ultimo momento, a Varese, e il viaggio in aereo fatto all’improvviso. Un appuntamento preso in tutta fretta, e un volo prenotato all’ultimo momento. Il giorno dopo,  Zamparini si sarebbe dimesso da consigliere delegato.

Le dimissioni, piovute a ciel sereno, furono alla base del motivo per cui il gip, nel frattempo chiamato a decidere dell’arresto, negò le manette per Zamparini. Per il giudice il fatto che l’imprenditore friulano non avesse più carica nella società aveva fatto venir meno le esigenze cautelari. La strana coincidenza temporale ha insospettito i pm di Palermo che, temendo una talpa all’ufficio presso cui pendeva la richiesta di manette, ha mandato le carte ai colleghi di Caltanissetta.

Ad ogni modo, nove mesi dopo Zamparini sarebbe finito agli arresti domiciliari. La finanza, ha acquisito dagli uffici gip alcuni documenti. Vincenti sarebbe indagato per violazione del segreto investigativo.

LEGGI ANCHE:

“Talpe” nel caso Zamparini, il giudice Vincenti indagato per corruzione

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

La rabbia e il giro del corridoio magico

Benvenuti nel mio “corridoio magico” dal quale mi auguro uscirete cambiati grazie all’induzione e all’attivazione dell’energia inconscia che rivoluziona e riassetta i processi spontanei di autoguarigione ed evoluzione
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.