Una tonnellata di pesce senza tracciabilità: maxi sequestro a Palermo :ilSicilia.it
Palermo

per un valore di 10 mila euro

Una tonnellata di pesce senza tracciabilità: maxi sequestro a Palermo

di
18 Maggio 2019

La Polizia di Stato a Mondello, la località balneare di Palermo, ha sequestrato una tonnellata, di prodotti ittici di diverso tipo, per un valore commerciale di circa 10 mila euro.

Erano in un furgone con due persone a bordo. Mancavano le autorizzazioni al trasporto e la documentazione sulla tranciabilità sulla provenienza e sulla destinazione del pesce.

Durante lo svolgimento di un posto di controllo in prossimità di piazza Castelforte, a Mondello, la polizia ha notato un furgone visibilmente sovraccarico di merce, tanto da insospettire gli agenti.

Dopo l’ispezione è saltata fuori poco meno di 1 tonnellata di pesce. I passeggeri del mezzo erano sprovvisti di autorizzazioni e della documentazione sulla tranciabilità dei prodotti. Inoltre, avrebbero dato spiegazioni contraddittorie e poco plausibili sulla provenienza e la destinazione del pesce.

Per completare gli accertamenti è intervenuto anche personale della Capitaneria di Porto e della Guardia di Finanza nonché sanitari dell’Asp di Palermo.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.