Un’altra aggressione sul Tram a Palermo: controllore riceve un colpo in faccia :ilSicilia.it
Palermo

ALLO SPERONE

Un’altra aggressione sul Tram a Palermo: controllore riceve un colpo in faccia

di
13 Gennaio 2020

Ancora un’aggressione sul Tram a Palermo: un giovane di 30 anni ha colpito ieri al volto un controllore dell’Amat sulla Linea 1, nella zona dello Sperone.

Il controllore ha chiesto il biglietto al passeggero che per tutta risposta gli ha sferrato un colpo al volto. Sono intervenute le volanti della polizia e un’ambulanza del 118 che ha portato il ferito al pronto soccorso del Civico. Per lui cinque giorni di prognosi in attesa di sottoporsi a una visita oculistica per verificare le condizioni prima di tornare a lavoro.

A raccontare quanto accaduto alla polizia, che sta svolgendo delle indagini, è stato il collega della vittima. L’aggressore ha prima ha inveito contro i controllori dell’azienda, poi ha colpito al volto uno di loro ed è fuggito.

 

 

LEGGI ANCHE:

Palermo, un’altra aggressione sul tram: controllore finisce in ospedale

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Moderati per sopravvivere

Si torna a parlare di un partito dei “moderati” che - come ci informa Belzebù nell’articolo di questi giorni - dovrebbe mettere insieme i cespugli della politica italiana: Italia Viva di Matteo Renzi, Azione di Carlo Calenda, Più Europa di Emma Bonino e Forza  Italia o almeno una sua parte. Un’adesione che finora, però, è più una speranza che una certezza
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

Empatia e dieta

L’importanza della relazione con il professionista della salute, in una dieta per raggiungere il peso desiderabile e la cura delle emozioni. Cos'è l'empatia?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per