Unesco: Bocelli e Mitoraj a Noto per promuovere il patrimonio della Sicilia :ilSicilia.it
Siracusa

24 ottobre

Unesco: Bocelli e Mitoraj a Noto per promuovere il patrimonio della Sicilia

di
2 Ottobre 2020

Noto, patrimonio dell’Unesco, ospiterà il 24 ottobre, sulla scalinata della cattedrale, un concerto di Andrea Bocelli che sarà accompagnato dall’orchestra e dal coro del Teatro Massimo Bellini di Catania, con la regia di Alberto Bartalini.

Il tenore diventerà di fatto il testimonial dei sette siti Unesco presenti nell’Isola. L’iniziativa è promossa dal Comune e dalla Regione siciliana, nell’ambito di “Noto città d’arte”, che ha visto l’esposizione (fino a febbraio 2021) di cinque opere monumentali di Igor Mitoraj.

“Un evento culturale di notevole spessore – commenta il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci in una città-simbolo dell’arte barocca dell’Isola. Una tappa di promozione della Sicilia che si aggiunge al testimonial di Dolce e Gabbana e alla partenza del Giro d’Italia. Eventi curati con passione dell’assessore al Turismo Manlio Messina, per accrescere la capacità attrattiva della Sicilia“.

“L’iniziativa ‘Mitoraj-Bocelli’dice il sindaco Corrado Bonfantialtro non è che l’avvio di un percorso virtuoso che vede per la prima volta protagonisti tutti i siti siciliani nella World Heritage List, chiamati a fare rete”.

Gli altri sei siti Unesco sono la Valle dei Templi di Agrigento, Siracusa e le necropoli rupestri di Pantalica, la Villa romana del Casale di Piazza Armerina, le Isole Eolie, l’Etna, Palermo arabo-normanna con le cattedrali di Cefalù e Monreale.

E’ possibile acquistare i biglietti per il concerto direttamente on line su ticketone.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Come andato questo giro?

Lo sanno tutti che qui tutto cambia affinché tutto rimanga come prima e per questo per avere una chance dopo aver perso, meglio non farsi nemico l’avversario
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin