Unicredit assume: 2600 posti di lavoro in tutta Italia :ilSicilia.it

per il Piano Team 23

Unicredit assume: 2600 posti di lavoro in tutta Italia

9 Aprile 2020

Nuove assunzioni in Unicredit. Infatti, il gruppo bancario ha siglato l’accordo sul piano industriale Team 23 con i sindacati (Fabi, First Cisl, Fisac Cgil, Uilca e Unisin).

L’intento è creare 2600 posti di lavoro per far fronte alle oltre 5mila uscite volontarie di personale. E’ possibile candidarsi sul sito del Gruppo Unicredit alla pagina Lavora con noi, in cui vengono più volte pubblicate offerte di lavoro.

Con lo stesso accordo sul piano industriale Team23, è stato deciso che il premio Vap (Valore aggiunto per dipendente) sarà di 880 euro cash e 1.430 euro a conto welfare (+ 10% rispetto all’anno precedente) oltre a pagamento della polizza odontoiatrica per un importo di 88 euro. I buoni pasto diventano elettronici e passano da 5,29 euro a 7 euro (per scaglioni entro luglio 2023) per i full time, mentre aumentano da 4 euro a 6 euro (per scaglioni entro luglio 2023) per i part time. Viene resa strutturale la parità di trattamenti, per quanto riguarda l’assistenza sanitaria integraiva, per chi è inqaudrato nelle “aree professionali” e per i quadri direttivi.

Novità importanti per tutti i dipendenti per quanto riguarda il welfare, le politiche di conciliazione e part time: coperture assicurative per premorienza e sopravvenuta inabilità al lavoro; prosecuzione della sperimentazione degli strumenti di conciliazione già introdotti, impegno a continuare il confronto per introdurre ulteriori misure in tema di lavoro agile e permessi per eventi chiave della vita; copertura assicurativa Temporanea caso morte, a carico dell’azienda mirata all’estinzione del debito residuo dei mutui prima casa dipendenti Unicredit; impegno aziendale a intensificare accoglimento domande di part time anche attraverso la ridefinizione dell’accordo in essere.

Nasce anche l’osservatorio sulle nuove professionalità: obiettivo è seguire l’inserimento e lo sviluppo delle nuove figure professionali legate ai processi di digitalizzazione e l’utilizzo di nuove tecnologie (con riferimento agli aggiornamenti contrattuali previsti dal Comitato Nazionale Paritetico).

Sul fronte della chiusura delle agenzie, è stato rafforzato il processo informativo in merito alle chiusure (elenco, criteri di individuazione in base al piano industriale, ricadute sulla mobilità del personale).

Sono stati implementati i compiti della Commissione formazione finanziata di gruppo anche con riferimento allo smart learning.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.