Unicredit, Gargano (Uilca Sicilia): "Si vada alla vertenza nazionale" :ilSicilia.it

ad annunciarlo il segretario Generale, Giuseppe Gargano

Unicredit, Gargano (Uilca Sicilia): “Si vada alla vertenza nazionale”

5 Agosto 2019

La UILCA Sicilia è pronta ad una dura vertenza nazionale in Unicredit. Il segretario Generale UILCA Sicilia, Giuseppe Gargano, attacca Mustier, AD di Unicredit,
dice Gargano, a margine di un incontro con sindacalisti siciliani: “Dove passa Mustier sparisce l’occupazione. Chiusure di agenzie, pressioni commerciali inaudite, inefficienze organizzative e procedure che non funzionano, contestazioni disciplinari a profusione ai lavoratori per fatti di cui riteniamo responsabile l’Azienda, carenze di formazione; bastano pochi tratti per descrivere la drammatica situazione di Unicredit in Sicilia I ruoli apicali nazionali della gestione del personale pare abbiano la funzione di contenere e respingere le richieste di aiuto di chi lavora in rete, piuttosto che di prospettare soluzioni. Il problema più grave resta la carenza di personale, determinata dagli esodi/pensionamenti e dalla mancanza di contestuali assunzioni“.

Non 10 o 20 assunzioni sarebbero necessarie in Sicilia – incalza Gargano – ma, dopo la devastante cura dimagrante subìta negli ultimi anni e quella attesa col nuovo piano industriale, si rende indispensabile almeno un’assunzione per ogni agenzia e servizio, e forse così le filiali non resterebbero vergognosamente chiuse per mancanza di lavoratori. Unicredit sembra una ‘banca aliena’, che tende ad allontanarsi dai lavoratori e dai bisogni della Sicilia. La UILCA Sicilia propone l’avvio di una dura vertenza nazionale, considerata la mancanza di soluzioni concrete alle dette criticità da parte dei Top Manager a partire da Mustier“.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

L’Indivia e l’Invidia?

Ricordate ognuno è ciò di cui si circonda, se ci si circonda del nulla e se si dà spazio al nulla è perché per primi non si crede nel nostro valore e tutto questo credetemi non potrà durare, si ci vorrà ancora del tempo, ma questo “giorno della marmotta finirà”.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.