Unicredit pronta a chiudere 10 filiali in Sicilia, Fabi sul piede di guerra :ilSicilia.it

SI PREANNUNCIA UN INVERNO BOLLENTE

Unicredit pronta a chiudere 10 filiali in Sicilia, Fabi sul piede di guerra

di
7 Febbraio 2020

Unicredit pronta a nuovi tagli in Italia e in Sicilia.

Ad annunciarlo è la FABI (Federazione Autonoma Bancari Italiani), che si sta già muovendo per cancellare i nuovi tagli previsti dal piano aziendale del CEO Jean Pierre Mustier.

Da fine marzo sono a rischio infatti le filiali di Agrigento Imera, Caltanissetta Don Minzoni, Militello Val di Catania, Naso, Palermo Via Dante, Caltavuturo, Camporeale, Modica Regina Margherita, Santa Ninfa e Aci Catena”.

LA REPLICA DELLA FABI

Unicredit, che ha conseguito utili per 4,7 miliardi di euro ,spinge l’acceleratore per avviare la trattativa sugli esuberi che secondo il CEO  ,Jean Pierre Mustier, dovrebbe interessare in Italia circa 6 mila Persone. Inoltre, l’Unicredit di Mustier non si ferma , vorrebbe chiudere altri 450 sportelli in Italia, dei quali oltre 50 interesserebbero la Regione Sicilia“.

Il segretario generale della FABI, Lando Maria Sileoni, senza peli sulla lingua, mette in guardia Mustier.

Jean Pierre Mustier ancora una volta sbaglia approccio, cercando di ridimensionare la portata e l’impatto del piano industriale. Si illude di avere gioco facile, con noi e con le altre organizzazioni sindacali. Contrariamente a quanto affermato dall’amministratore delegato della banca, non ci sarà alcuna semplice discussione sul piano industriale né un dialogo come lui ipocritamente predica, ma un confronto serio, durissimo e approfondito nel quale nulla sarà concesso. Pretenderemo almeno una assunzione ogni due eventuali esuberi. Il signor Mustier deve avere rispetto per le lavoratrici e per i lavoratori del gruppo Unicredit oltre che per il territorio italiano che lo ospita”.

Alle affermazioni di Sileoni, si aggiunge anche l’intervento di Mauro Morelli che segue, per conto della segreteria nazionale, le trattative in Unicredit.

L’Azienda  pretende di discutere il piano industriale dando già per scontato il numero di filiali da chiudere. Se queste sono le premesse, potremmo non sederci al tavolo” osserva il segretario nazionale.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin