Unicredit torna ad assumere anche in Sicilia, opportunità per i giovani :ilSicilia.it

Sono 420 le posizioni aperte in tutta Italia

Unicredit torna ad assumere anche in Sicilia, opportunità per i giovani

di
29 Dicembre 2018

Novità interessanti sul fronte occupazionale nel settore bancario. Nei giorni scorsi è stato raggiunto un accordo tra i sindacati e i vertici di Unicredit che, oltre a dare risposte ad una serie di problematiche di carattere organizzativo, prevede anche lo sblocco delle assunzioni. Si tratta di 420 posizioni aperte in tutta Italia, tutte destinate al lavoro in filiale e rivolte principalmente a giovani neolaureati. Di queste una decina in Sicilia.

Un numero, commenta il segretario nazionale First Cisl Gruppo Unicredit Gabriele Urzì, che “non risolve certo il problema degli organici nell’Isola, ma rappresenta un positivo segnale di inversione di tendenza”. Anche perchè, continua Urzì, “le 420 nuove assunzioni saranno anticipate ai primi sei mesi del prossimo anno al fine di programmare in tempo utile il turn over dei lavoratori in uscita a luglio 2019 per esodi e pensionamenti”.

Tale scelta, infatti, si inquadra all’interno di un piano di ristrutturazione del colosso bancario che ha visto la chiusura di decine di filiali in tutta Italia, investimenti massicci sull’e-banking e un programma di esodi incentivati volto a ridurre i costi del personale. Una visione contrastata dalle organizzazioni sindacali, che in modo unitario hanno condotto un confronto serrato con la dirigenza riuscendo ad ottenere diversi risultati, tra cui anche il cosiddetto Piano giovani, ovvero un ricambio generazionale che prevede l’entrata di forze fresche in relazione al numero delle uscite.

“L’azienda – ha detto Urzì – ha fornito risposte alle problematiche da tempo sul tavolo e cioè pressioni commerciali, carenza di organici, formazione insufficiente e disorganizzata e disfunzioni organizzative. In particolare per gli organici nei primi mesi del 2019 saranno effettuate 110 nuove assunzioni direttamente destinate alle filiali e suddivise nelle 7 Region di Unicredit presenti sul territorio nazionale (con contratto a tempo determinato con durata di 5 mesi) che si aggiungono alle assunzioni già previste per il 2019 in base agli accordi stipulati (420 nuovi assunti in tutto il Paese)”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

VaffanCovid

A te che vuoi toglierci tutte le speranze ed i progetti sul futuro, a te che pretendi di non darci nessuna tregua, un sincero ed accorato... VaffanCovid!

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Agenda

di Renzo Botindari

Memento di una Persona Perbene

Mentre tutti oggi onorano la rimembranza di questi personaggi, io amareggiato penso a quelle che saranno state le loro ultime ore di vita, delusi, traditi e chiusi in sé stessi nell’attesa che qualcosa di brutto potesse accadergli.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin