Unione dei Comuni Naxos-Taormina: Letojanni sbatte la porta e se ne va :ilSicilia.it
Messina

il sindaco Costa lancia un segnale forte

Unione dei Comuni Naxos-Taormina: Letojanni sbatte la porta e se ne va

di
3 Novembre 2020

L’Amministrazione comunale di Letojanni sbatte la porta e si dichiara pronta a lasciare l’Unione dei Comuni Naxos-Taormina.

Il sindaco Alessandro Costa ha infatti deciso dopo 5 anni di uscire dall’Unione di cui fanno parte Taormina (che ha aderito lo scorso febbraio), Giardini Naxos, Castelmola, Gallodoro e Mongiuffi Melia. La maggioranza ha presentato una mozione finalizzata a decretare l’addio al sodalizio comprensoriale e l’addio dovrebbe ora scattare dal 2022.

E’ una prospettiva politica, quella che si affaccia a questo punto all’orizzonte, che rischia di privare l’unione della presenza strategica di uno dei tre comuni di punta del primo polo turistico siciliano; una realtà – quella di Letojanni – che in questi anni è cresciuta e si è collocata a pieno titolo tra le più apprezzate località del panorama ricettivo isolano.

“L’obiettivo dell’Amministrazione era quello di erogare servizi migliori alla collettività, contenendo i costi e migliorando efficienza ed efficacia – ha rimarcato la maggioranza – con una forma di cooperazione sovracomunale per migliorare l’azione amministrativa, anche in considerazione della possibilità di ottenere contributi nazionali e regionali. L’Unione non si è rivelata però adeguata per il raggiungimento degli obiettivi e non è stata capace di garantire l’adozione dei necessari interventi mirati ad accrescere il grado di soddisfazione dei cittadini-utenti”.

Il sindaco Costa ha sottolineato “l’atavica difficoltà ad unificare i servizi” e che in 5 anni “nessuna risorsa regionale è stata assegnata”. Nelle scorse settimane è stato esitato un atto di indirizzo finalizzato alla gestione integrata di alcuni servizi tra i quali il trasporto urbano (ad oggi operativo solo nel territorio di Taormina), ma anche la buona volontà dell’attuale presidente Orlando Russo, che è sempre stato un sostenitore dei servizi unificati tra i comuni, rischia poi di essere frustrata e vanificata dalla scarsa convinzione dei comuni ad andare fino in fondo, fare sistema e percorrere con effettiva determinazione una strada condivisa.

Adesso il sindaco di Letojanni, Costa, con la sua maggioranza, rompe gli indugi e lancia un segnale forte e inequivocabile ai comuni dell’Unione. E’ l’ora delle decisioni, dei fatti e delle scelte ineludibili per un comprensorio dove troppo spesso la comprensorialità è un manifesto delle buone intenzioni, che si ferma alle parole ma non si traduce in atti concreti.

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro