Unipa, aperte le iscrizioni al master in "Risk management e organizzazione sanitaria" :ilSicilia.it
Palermo

DOMANDE ENTRO IL 13 MARZO

Unipa, aperte le iscrizioni al master in “Risk management e organizzazione sanitaria”

di
27 Gennaio 2020

Si sono aperte le iscrizioni per la quarta edizione del master universitario annuale di II° livello in Risk management e organizzazione sanitaria.

Il termine per la presentazione delle domande è fissato al 13 marzo 2020. Il bando è consultabile alla pagina web dell’offerta formativa Master e Corsi di Perfezionamento dell’Università degli Studi di Palermo.

Il master, coordinato dal prof. Alberto Firenze, è stato finalizzato alla formazione di figure professionali capaci di ricoprire funzioni di risk manager o comunque di supporto alle unità operative di rischio clinico e qualità, nonché di operare nelle aziende per la gestione del rischio o di poter coprire ruoli dirigenziali in ambito sanitario sia pubblico che privato.

policlinico palermo
Alberto Firenze

I professionisti in sanità che conseguiranno il titolo saranno formati per valutare le diverse dimensioni e tipologie di rischio clinico all’interno della propria struttura, implementando programmi di gestione e svolgendo la propria attività in autonomia nel contesto di aziende sanitarie sia pubbliche che private”, sottolinea il prof. Alberto Firenze.

È stato calcolato che, a livello nazionale, a fronte di 8 milioni di ricoveri annui, almeno 320 mila pazienti riporterebbero danni, o comunque malattie conseguenti a errori o difetti organizzativi delle strutture ospedaliere. Il numero dei nuovi contenziosi annui a livello nazionale è compreso fra diecimila e dodicimila, dato che sembra al momento assestato.

La gestione del rischio clinico ed il problema della sicurezza per il paziente da anni sono al centro di un ampio dibattito che vede le organizzazioni sanitarie impegnate ad individuare strumenti per migliorare qualità e prevenzione in ambito assistenziale poiché in questi ultimi anni nel settore sanitario è stato possibile evidenziare un singolare paradosso, pur in presenza di un innegabile e tangibile progresso tecnologico della medicina nel suo complesso, si evidenzia un aumento esponenziale delle azioni giudiziarie intentate da pazienti e loro congiunti, nei confronti dei medici e delle strutture sanitarie.

L’analisi di questi dati ha evidenziato in maniera incontrovertibile la necessità di interventi finalizzati a studiare, identificare, comprendere, razionalizzare, gestire e ridurre il “rischio clinico”.

L’obiettivo principale del master è stato, negli anni e nelle edizioni precedenti, quello di creare figure professionali con forte componente innovativa dal punto di vista tecnico, gestionale e manageriale, al fine di intraprendere un percorso di controllo del rischio e di crescita in aziende sanitarie e del settore health-care.

Saranno inoltre evidenziate le maggiori criticità per il management e le azioni di miglioramento idonee per la gestione efficace di una sanità orientata al miglioramento continuo della qualità.

IL PROGRAMMA DIDATTICO

1° STEP: Lezioni frontali (di cui 40 in e-learning) e studio individuale ore 400 di Igiene e Medicina Preventiva, Economia Aziendale, Organizzazione Sanitaria e Clinical Data Management , Diritto e Medicina Legale.

2° STEP: Convegni, incontri di studio e seminari con manager di varie aziende per lo sviluppo di un progetto coadiuvato da esperti esterni in Diritto Sanitario, Economia Aziendale, Igiene e Medicina Preventiva, Medicina del Lavoro.

3° STEP: Stage (presso Aziende ospedaliere in Italia e in Europa) e work experience

4° STEP: Prova Finale: esposizione Progetto.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Il Gatto Obeso e le ZTL

Il gatto obeso e sazio non avrà mai stimoli a sforzarsi per andare a cercare i topi. Quindi non ho aspettative da “nuovi soldati”, sono siciliano e vivo a Palermo e dietro a nuovi volti mi farò la domanda più importante: “a cu appartieni?”
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

La ddraunàra: i racconti di Silvana Grasso

È disponibile dal 16 luglio La ddraunàra, la raccolta di racconti di Silvana Grasso, a cura di Gandolfo Cascio ed edita da Marsilio che ripubblica così due opere, Nebbie di ddraunàra (Le Tartarughe 1993) e Pazza è la luna (Einaudi 2007).

I giannizzeri

A partire soprattutto dal 1850, il controllo del territorio in Sicilia diviene sempre più arduo per la gendarmeria borbonica. Gruppi armati dediti al malaffare, bande e banditi, nonostante l’inasprimento delle pene – il ricorso all’esecuzione diretta era prassi ordinaria - percorrevano senza molti contrasti le campagne siciliane e rendevano difficile garantire la sicurezza.
. Rosso & Nero .
di Elio Sanfilippo

Palermo fa acqua da tutte le parti, Orlando cambi tutto o si dimetta

I cittadini sono sommersi dall'immondizia, intere zone trasformate in discariche, lavori stradali che non finiscono mai, servizi pubblici che non funzionano, fino allo scandalo dei cimiteri dove non si capisce perché non si sono avviate le procedure per la costruzione del nuovo cimitero previsto dal piano regolatore.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.