Universita' di Messina: il Governo finanzia progetto di ricerca sull'autismo :ilSicilia.it
Messina

Stanziati tre milioni di euro

Universita’ di Messina: il Governo finanzia progetto di ricerca sull’autismo

di
22 Settembre 2017

Il Ministero delle Finanze, recependo relativa proposta del Dicastero alla Salute, ha stanziato un finanziamento di tre milioni di euro per il progetto “Disturbo di spettro Autistico: ricerca di biomarcatori per personalizzare le terapie esistenti e sviluppo nuove terapie farmacologiche e riabilitative“, presentato dall’Università degli Studi di Messina. L’esito positivo dell’iter e’ stato accolto con soddisfazione dal rettore di Unime, Pietro Navarra.

È un importante risultato non solo per l’Ateneo, ma per tutta la città” afferma il professor Persico, responsabile del progetto e ordinario di Neuropsichiatria infantile. “Può essere l’inizio di un percorso importante, in cui l’Università di Messina e l’A.O.U. Policlinico ‘G. Martino’ rappresentano un pilastro, in grado di garantire alla  cittadinanza servizi affidabili“.

Tra gli obiettivi del progetto dedicato all’autismo finanziato dal Ministero, l’identificazione di nuove terapie farmacologiche e nutraceutiche e la sperimentazione di forme innovative di riabilitazione personalizzate, sulla base dei deficit presenti nel singolo individuo. Le somme stanziate sono previste dal Fondo per gli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del Paese, all’interno della Legge di Bilancio 2017. Nel campo della ricerca, complessivamente sono stati finanziati dieci progetti, altri cinque in quello dell’edilizia sanitaria.

L’autismo è il peggiore degli handicap, perché pur accompagnandosi ad un aspetto fisico normale è un handicap grave che coinvolge diverse funzioni cerebrali e perdura per tutta la vita. A livello farmacologico ci sono fondate speranze che con la nuova generazione di Neurolettici Atipici che si stanno testando negli Stati Uniti, si possa arrivare, anche se non a breve, ad ipotizzare una cura farmacologica in grado di dare un grande contributo, soprattutto sulle forme di iperattività, Deficit dell’Attenzione ed Autolesionismo.

L’autismo colpisce, secondo stime recenti, una persona su mille, e due persone su mille ne presentano alcuni sintomi potendo venire incluse nello “spettro autistico”.

Questa patologia viene considerata dalla comunità scientifica internazionale (classificazione ICD 10 dell’OMS e DSM IV) un disturbo pervasivo dello sviluppo, e si manifesta entro il terzo anno di età con deficit nelle seguenti aree: comunicazione; interazione sociale ed immaginazione.

Inoltre le persone autistiche possono presentare problemi di comportamento. L’autismo è talvolta associato a disturbi neurologici aspecifici, come l’epilessia, o specifici, come la sclerosi tuberosa, la sindrome di Rett o la sindrome di Down.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin