Università di Palermo, il sindacato SNALS: "Situazione grave, disponibili a tavolo tecnico con il Rettore" :ilSicilia.it
Palermo

LE PAROLE DEL COORDINATORE PROVINCIALE GIOVANNI MADONIA FERRARO

Università di Palermo, il sindacato SNALS: “Situazione grave, disponibili a tavolo tecnico con il Rettore”

di
29 Aprile 2020

Il coordinatore provinciale della SNALS Giovanni Madonia Ferraro, commenta il difficile momento che sta attraversando il mondo dell’Università, con particolare riferimento all’ateneo di Palermo.

La drammaticità della situazione italiana in questi tragici momenti di emergenza pandemica e di lockdown totale è ormai cosa nota a tutti in ogni angolo del globo. Si tratta di una crisi profonda che sta sconvolgendo questo Paese sino alle sue radici più profonde, al di là del punto di vista che si voglia scegliere per inquadrarla, sia sanitario, economico, sociale, psichico, individuale“, dichiara il coordinatore SNALS.

ferraro-snals
Giovanni Madonia Ferraro

Da quasi tutte le organizzazioni sindacali e dalla RSU è giunto al Rettore pro-tempore un coro di richieste di confronto per una gestione più condivisa possibile della cosiddetta Fase 2 di graduale uscita dal lockdown in cui tutti viviamo da mesi“.

Ed è con sincero stupore che abbiamo appreso, dopo reiterate richieste, della convocazione della parte pubblica per lunedì 4 maggio prossimo delle O.O.S.S. per illustrare le linee guida della fase 2 alla presenza del Rettore che, dopo lunga, inspiegabile e irrispettosa assenza, ci avrebbe onorati della sua preziosa ed apprezzabile presenzialità“.

La positiva sorpresa è, però, purtroppo, durata quanto un giro di giostra. Nel pomeriggio stesso di ieri è, infatti, apparsa sull’edizione web locale del quotidiano “La Repubblica” su “Coronavirus, università di Palermo verso la Fase 2: già 28mila gli esami online” un’intervista al Rettore in cui egli esplicitava le sue linee programmatiche in merito alla fase 2“, sottolinea Madonia Ferraro.

Questo comportamento monocratico è la spia incontrovertibile della stima che il Rettore pro tempore nutre nei confronti degli organi collegiali, delle parti sociali e dell’intera comunità università trattati come un gregge da indirizzare a forza di comunicati stampa“.

Essere il Rettore pro tempore della Università degli Studi di Palermo è un onore. E tale privilegio va rispettato, anche e soprattutto per osservanza della propria comunità composta da migliaia di persone, in carne ed ossa, che la rendono viva e grazie alle quali un Rettore può indossare l’ermellino e guardare al futuro, al termine di tale prestigioso mandato, con occhi carichi di una esperienza unica e di un bagaglio prezioso per altri passaggi“.

Per tale ragione, rendiamo ragione ai nostri lavoratori e alla nostra comunità universitaria della nostra assenza al tavolo di confronto con la parte pubblica in materia di linee guida Fase 2 emergenza covid-19 e comunichiamo contestualmente al Rettore pro tempore la nostra indisponibilità a tale gestione delle relazioni sindacali“, chiosa Madonia Ferraro.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Il senso del rossetto

Mi ostino a truccare le mie labbra con il rossetto, anche se in pochi lo vedranno. Si tratta di un atto di ribellione al clima che viviamo e a quella me stessa che, durante il lockdown, indossava sempre gli stessi vestiti ed era arrivata al fondo della sua sciatteria? Ebbene, eravamo solo agli inizi
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Moderati per sopravvivere

Si torna a parlare di un partito dei “moderati” che - come ci informa Belzebù nell’articolo di questi giorni - dovrebbe mettere insieme i cespugli della politica italiana: Italia Viva di Matteo Renzi, Azione di Carlo Calenda, Più Europa di Emma Bonino e Forza  Italia o almeno una sua parte. Un’adesione che finora, però, è più una speranza che una certezza
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

Empatia e dieta

L’importanza della relazione con il professionista della salute, in una dieta per raggiungere il peso desiderabile e la cura delle emozioni. Cos'è l'empatia?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.