16 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 08.09
Palermo

Solo 1 su 3 ce la farà

Università di Palermo: in 15.000 ai test di accesso per 5.246 posti

3 Settembre 2018

Sono quasi 15 mila le pratiche per l’iscrizione ai test di ammissione per i corsi di studio triennali e magistrali a ciclo unico ad accesso programmato dell’Universita’ degli Studi di Palermo per l’anno accademico 2018/2019. E’ quanto si legge in una nota di UniPa, che sottolinea che per i test di settembre l’Ateneo ha messo a bando un totale di 5.246 posti ed a chiusura delle iscrizioni le richieste ricevute sono oltre il doppio con circa 12 mila istanze a cui si sommano quelle degli iscritti ai test della sessione primaverile.

Ad oggi quasi 1.700 studenti, prosegue la nota, hanno completato le procedure di immatricolazione per un Corso di Laurea ad accesso programmato, avendo superato il test nella sessione di aprile, o per un Corso di Laurea ad accesso libero. “Anche quest’anno il trend di crescita e la capacita’ di attrarre studenti del nostro Ateneo sono ulteriormente confermati – commenta il rettore Fabrizio Micari. Nonostante i numeri non siano nel dettaglio raffrontabili con quelli dello scorso anno, perche’ per venire incontro ai futuri studenti si e’ deciso di eliminare il test di accesso per sei corsi di laurea, gli iscritti ai test di questa sessione sono oltre 700 in piu’ rispetto al precedente Anno Accademico”.

“Registriamo una significativa crescita di appeal per la Scuola delle Scienze di Base ed Applicate, per i corsi della Scuola di Medicina e Chirurgia e per la Scuola delle Scienze Umane e del Patrimonio Culturale – continua Micari -. E’ da ritenersi positivo anche quella della Scuola Politecnica, i cui posti disponibili messi a bando sono di poco superiori al consueto numero di immatricolati in quei Corsi di Laurea. Questo ottimo risultato complessivo – conclude il Rettore – sottolinea il valore della nostra offerta formativa, della qualita’ della didattica e dei servizi, dell’importanza del rapporto con gli studenti, elementi riconosciuti come punti di forza del nostro Ateneo anche a livello nazionale”.

La sessione di test, iniziata lo scorso 29 agosto, si concludera’ il 14 settembre. Le immatricolazioni termineranno il 30 settembre, la procedura e’ completamente online per chi e’ dotato di SPID, il sistema pubblico di identita’ digitale, conclude la nota.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.