Università di Palermo, ufficializzate le candidature per la carica di rettore :ilSicilia.it
Palermo

i nomi

Università di Palermo, ufficializzate le candidature per la carica di rettore

di
13 Maggio 2021

L’Università degli Studi di Palermo rende noto che hanno presentato alla Commissione Elettorale la candidatura per l’elezione del Rettore per il sessennio 2021/2022-2026/2027:

–       il prof. Massimo Midiri, ordinario di Diagnostica per immagini e radioterapia (settore scientifico-disciplinare MED/36) che ha indicato per la carica di Prorettore Vicario il prof. Enrico Napoli, ordinario di Idraulica (settore scientifico-disciplinare ICAR/01)

Link al sito: https://www.comunipa.eu/

–       il prof. Francesco Vitale, ordinario di Igiene generale e applicata (settore scientifico-disciplinare MED/42), che ha indicato per la carica di Prorettore Vicario il prof. Enrico Camilleri, ordinario di Diritto privato (settore scientifico-disciplinare IUS/01)

Link al sito: https://www.noisiamounipa.it/

La prima votazione è indetta per martedì 27 luglio. La seconda votazione, ove necessaria, avrà luogo giovedì 29 luglio. L’eventuale ballottaggio è programmato per martedì 3 agosto.

Le operazioni di voto si svolgeranno in modalità telematica dalle 9.00 alle 18.00.

 

LA DICHIARAZIONE DI MIDIRI

“Sono orgoglioso e grato -dichiara Massimo Midiri- di avere ricevuto questa grande manifestazione di consenso, che costituisce per me una spinta preziosa per affrontare la fase finale della campagna elettorale con la serena consapevolezza che il programma da me proposto per il rilancio ed il rinnovamento dell’Università di Palermo incontra già oggi la condivisione di buona parte del corpo elettorale dell’Ateneo. Se sarò eletto -conclude Midiri-ho già scelto chi mi accompagnerà in questa straordinaria esperienza al servizio dell’Ateneo. Sono amici e colleghi, con diverse e vaste esperienze culturali e professionali, tra cui l’ingegnere prof. Enrico Napoli, come Prorettore vicario. Mentre come componenti della Consulta del Rettore:
– Luisa Amenta, italianista, con delega a Diritto allo studio e Innovazione dei processi di apprendimento;
– Maurizio Carta, urbanista, con delega a Terza Missione, Pianificazione Strategica e Cooperazione con il Territorio;
– AdaMaria Florena, medico, con delega a Vivibilità e Benessere lavorativo;
– Fabio Mazzola, economista, con delega alla Didattica e all’Internazionalizzazione;
– Stefania Milioto, chimica, con delega a Qualità, Sviluppo e Rapporti con i Dipartimenti;
– Andrea Pace, chimico, con delega a Ricerca, Trasferimento Tecnologico e Rapporti con l’Amministrazione;
– Beatrice Pasciuta, storica del diritto, con delega a Inclusione, Pari Opportunità e Politiche di Genere;
– Andrea Sciascia, architetto, con delega a Edilizia e Valorizzazione del Patrimonio Architettonico.”

© Riproduzione Riservata
Tag:

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin