"Uno che conoscevo", al Teatro Libero una riflessione sul mondo dell'informazione :ilSicilia.it
Palermo

Dal 15 al 17 marzo

“Uno che conoscevo”, al Teatro Libero una riflessione sul mondo dell’informazione

di
8 Marzo 2018

La stagione del Teatro Libero di Palermo prosegue con lo spettacolo Uno che conoscevo“, di Corrado Accordino, al debutto giovedì 15, alle 21,15.

Giochi di potere e opportunismi rendono la pièce una “discesa agli inferi” tra le magagne dell’informazione nella redazione di un telegiornale, composta da tre giornalisti e una stagista.

Lo stress degli ascolti, la priorità da dare alle notizie, l’atmosfera che si infiamma per un nonnulla: in questo quadro prende vita “Uno che conoscevo“, sviscerando il sistema complesso di leggi non dette che governano il mondo dell’informazione impiegando a un cast giovane e fresco definito “rock” dalle critiche.

unocheconoscevo

Una storia di vessazioni e di educazione al mestiere che vede la protagonista, una giovane stagista, imparare le regole del gioco: un subdolo e necessario destreggiarsi tra dinamiche d’ufficio, segreti pericolosi e opportunismi. E in meno di un mese di lavoro, tra una notizia e l’altra, impara bene il mestiere, anche meglio di quanto i suoi maestri potessero pensare.

In scena, insieme al regista Accordino, anche Veronica Franzosi, Valentina Mandruzzato, Chiara Tomei; scene e costumi di Maria Chiara Vitali, assistente alla regia Valentina Paiano; foto di scena di Giulio Mazzi.

Lo spettacolo, sostenuto nell’ambito del progetto Next 2016, replicherà a Palermo fino al 17 marzo; il giorno seguente si sposterà (in scena alle 17,30) al teatro Selinus di Castelvetrano, con ulteriori repliche lunedì 19 e martedì 20, alle 11.30.

Informazioni su orari e costi sul sito del teatro.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.