23 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.42
Agrigento

Coi suoi "Spaghetti alla Carbonara di Mare"

Uno chef siciliano vince il campionato mondiale della pasta

29 Settembre 2017

Accursio Lotà, chef di origini siciliane che vive e lavora a San Diego, in California, si è aggiudicato la sesta edizione del Barilla Pasta World Championship, competizione riservata ai migliori talent chef internazionali dedicata al piatto simbolo della cucina italiana.

Lotà ha vinto con i suoi “Spaghetti alla Carbonara di Mare”, omaggio ai sapori mediterranei della sua Sicilia. La finale si è svolta in Academia Barilla, a Parma.


Alla competizione hanno preso parte 19 contendenti da 15 Paesi. Accursio Lotà, siciliano di Menfi, dopo il diploma ha lavorato a Milano e a 22 anni si è trasferito in California, dove ha cucinato anche per l’ex presidente degli USA, Barack Obama.

“Il nostro Pasta World Championship – ha detto Paolo Barilla, Vice Presidente del Gruppo – si conferma occasione importante per promuovere la cultura gastronomica italiana”.

“Sono felice – ha affermato Lotà. Lavoro all’estero ma le mie origini italiane mi impongono di rispettare la tradizione della pasta, a cominciare dalla cottura al dente”.

Accursio Lotà Barilla pasta

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Per chi forse ha già dimenticato

“Dottore questa volta non ce l’ho fatta, non ho fatto storie, non ho permesso a loro di attaccarmi le lunghe maniche bianche dietro la schiena, non ho voluto fare il “bastian contrario” come sempre e ho preso la loro medicina. A che serviva ancora dire che non era giusto? E poi a chi? In quanti siamo rimasti? Mi sono dovuto prostrare come tutti, mi sono dovuto distrarre, avrei dovuto imparare ad essere più ipocrita, mi sarebbe bastato vendere il mio intelletto".
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

Il ricordo di Falcone: un’occasione persa per una memoria condivisa

Oggi è una di quelle date che dovrebbe essere patrimonio di tutti e invece, il ricordo del giudice Giovanni Falcone, della moglie Francesca Morvillo, e degli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro, è diventato l'occasione per divisioni, distinguo, accuse, veleni, lenzuoli di protesta ai balconi e contromanifestazioni.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.