Uso, abuso e dipendenza da telefonini: a Palermo prende il via il progetto "Stop-Phone" | Video interviste :ilSicilia.it
Palermo

Presentato a Villa Magnisi

Uso, abuso e dipendenza da telefonini: a Palermo prende il via il progetto “Stop-Phone” | Video interviste

di
2 Febbraio 2019

Guarda video interviste in alto

Promuovere un corretto e consapevole uso degli smartphone ed informare sui rischi dell’utilizzo di questi dispositivi in età pediatrica e non solo.

Sono gli obiettivi del progetto “Stop-Phone” messo a punto dall’Asp di Palermo presentato a Villa Magnisi, sede dell’Ordine dei Medici di Palermo, nel corso di un evento formativo in cui la tematica è stata approcciata attraverso l’analisi di esperti sui maggiori rischi psicologici e fisici.

Il progetto biennale è rivolto alle scuole del Distretto 42 (Palermo e Provincia) e prevede il coinvolgimento delle comunità professionali attraverso una rete inter-istituzionale, coordinata da Vivi Sano Onlus, associazione che si occuperà dell’organizzazione di tutti gli interventi.

Roberto LagallaAll’incontro formativo hanno preso parte i massimi esperti del settore in Sicilia tra cui l’assessore alla Formazione Roberto Lagalla che ha affermato: “Si tratta di una tematica che attraversa il senso stesso della modernità, è impensabile oggi pensare una persona senza il suo smartphone, noi però da classe dirigente dobbiamo esaminarne gli aspetti sottesi e che possono assumere sul piano sanitario la connotazione di una vera e propria dipendenza, sul piano educativo anche il condizionamento del pensiero e siccome la scuola è punto di elaborazione alto del pensiero ma anche di formazione di metodo è necessario capire quanto un prepotere delle forme di comunicazione, non siano in condizione di pregiudicare la crescita civile e l’elaborazione intellettuale dei nostri ragazzi“.

Toti AmatoGià gli ordini dei medici da parecchi anni a livello Europeo si sono occupati dell’argomento, sia del rischio delle radiazioni delle radiofrequenze e delle onde elettromagnetiche  –  afferma Toti Amato, presidente dell’ordine dei medici, provincia di Palermo – non si tratta solo di un rischio fisico ma vi è anche un problema educazionale di questi strumenti che per quanto utili bisogna usare con intelligenza e sagacia“.

Daniela SegretoRispetto alle linee guida regionali la dottoressa Daniela Segreto, dirigente servizio 5 – promozione della salute dell’assessorato regionale della Salute – Dasoe,  “In questo momento noi siamo impegnati nell’avvio di uno studio epidemiologico che serve proprio a comprendere, in particolar modo in Sicilia, quelli che possono essere gli impatti potenzialmente negativi di un uso smisurato del cellulare. Le linee di indirizzo danno importanza alla sensibilizzazione, educazione e alla promozione scolastica, perchè sono prevalentemente i ragazzi preda del possibile impatto negativo soprattutto dopo un uso frequente a distanza di anni“.

Roberto GambinoL’Asp di Palermo già da alcuni anni porta avanti non solo una riflessione ma anche una serie di interventi operativi che ci hanno messo nelle condizioni di esplorare questo complesso fenomeno dell’utilizzo degli smartphone. L’input arriva da alcuni allarmi di livello internazionale e partono dal rischio fisico, quindi, elettromagnetico legato all’utilizzo non corretto e non consapevole di questi strumenti. Il nostro progetto investe tutti i livelli ecosistemici della problematica e non stiamo intervenendo solo con i ragazzi, ma stiamo cercando di intervenire su tutti gli attori che ruotano attorno i bambini” ha detto il dottore Roberto Gambino, referente scientifico progettuale – Asp di Palermo.

Daniele GilibertiSi tratta di un intervento biennale – afferma Daniele Giliberti di Vivi  Sano Onlus che inizia con le scuole secondarie di primo grado con l’erogazione di un questionario e una plenaria in cui cercheremo di spiegare ai ragazzi i pericoli e i rischi fisici e psicologici da uso, abuso e dipendenza di questi strumenti“.

 

 

 

Per ulteriori approfondimenti sul mondo della sanità siciliana vai su: www.sanitainsicilia.it

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.