Vaccini a Palermo, Costa: "Siamo pronti per gli over 50" :ilSicilia.it
Palermo

la dichiarazione

Vaccini a Palermo, Costa: “Siamo pronti per gli over 50”

di
6 Maggio 2021

Venite in tanti a vaccinarvi. Solo cosi’ potremo tornare ad avere una vita sociale“. È l’appello che rivolge dalle pagine di Repubblica Palermo il commissario per l’emergenza Covid del capoluogo siciliano, Renato Costa, quotidianamente presente alla Fiera del Mediterraneo, dove presto sara’ aperto un nuovo padiglione.

Siamo pronti per gli over 50 – spiega -. Chi, tra i 50 e i 59 anni, ha patologie potra’ venire anche senza prenotazioni da domani. Pero’ ci auguriamo che la gente si registri per organizzarci al meglio. Mentre chi e’ in salute puo’ gia’ prendere un appuntamento da stasera sul sito delle Poste, ma le vaccinazioni partiranno il 13 maggio”. Costa si dice certo che saranno evitate lunghe file: “Si’. Nella prima fase, quella dei ‘fragili’, non dovremmo avere difficolta’ perche’ non sono tanti. Quando apriremo a tutti, ci adegueremo in base alle adesioni. Entro una settimana apriremo un nuovo padiglione che ci permettera’ di somministrare molte piu’ dosi contemporaneamente“. “A chi ha patologie faremo Pfizer, a chi e’ in salute AstraZeneca“, spiega Costa, anche se ancora manca un ok da Roma per iniettare il vaccino anglo-svedese agli under 60.

Infatti – dice -, auspichiamo che entro il 13 maggio l’Agenzia italiana del farmaco dia il via, su dati scientifici, all’estensione di AstraZeneca agli over 50. La Regione e’ stata coraggiosa, ma se l’Aifa non dara’ l’ok, ovviamente ci fermeremo“. Questo permetterebbe di smaltire le scorte rimaste in frigo. “Si’, pero’ devo dire anche che abbiamo utilizzato il 48 per cento delle fiale di AstraZeneca, le altre le useremo per i richiami – dichiara -. Anche se non posso negare il problema: ne facciamo 400-500 al giorno su una media di 4.500 somministrazioni quotidiane“. Quella di Musumeci, sia per gli over 50 che per la vaccinazione a tappeto nelle isole minori, “penso sia una scelta saggia -. Commenta Costa -, perche’ il piano di vaccinazione non puo’ essere uguale in tutta Italia: ogni territorio ha le sue esigenze. In particolare, noi paghiamo il fatto che quasi tutte le morti sospette siano avvenute in Sicilia. E’ normale che qui ci sia piu’ diffidenza, nonostante la sicurezza dei vaccini“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.