Vaccini, a Palermo scorte in esaurimento: ecco il piano per salvare l'Open week alla Fiera :ilSicilia.it
Palermo

L'intervento di Costa in Commissione Trasparenza

Vaccini, a Palermo scorte in esaurimento: ecco il piano per salvare l’Open week alla Fiera

di
23 Aprile 2021
il commissario per l'emergenza Covid a Palermo e provincia, Renato Costa
Renato Costa Commissario Emergenza Covid Palermo e provincia

Per Costa, la struttura commissariale sarebbe già al lavoro per mettere in campo un piano b, scongiurando così l’emergenza che metterebbe a repentaglio la campagna vaccinale prevista nel fine settimana alla Fiera del Mediterraneo di Palermo.

Le dosi mancanti (che non riguardano le scorte per chi deve effettuare il richiamo), potrebbero arrivare o da quei centri vaccinali con minore affluenza o addirittura da fuori  Regione. In caso contrario, si dovrebbe attendere almeno metà della prossima settimana per dotarsi di ulteriori forniture.

Un’audizione attesa quella di Costa che arriva all’indomani del prolungamento della zona rossa per la città di Palermo e della sostanziale zona arancione per molti comuni della provincia.

cesare-mattaliano
Cesare Mattaliano Presidente Commissione comunale Garanzia e Trasparenza

Per il Presidente della Commissione, Cesare Mattaliano: “Quello con il Commissario è stato un confronto proficuo che va nella giusta direzione, quella di un dialogo costruttivo fra le istituzioni. C’è stato detto che anche quando le scorte stanno per terminare, ci sarà un costante e continuo rifornimento. Abbiamo l’obbligo di rasserenare e di non creare polemiche. In questo momento, come ci ha spiegato il Commissario,  la struttura palermitana e provinciale è avanti rispetto non solo ad altre province siciliane ma anche rispetto all’Italia”.

Per potenziare la campagna vaccinale, occorrono vaccini e strutture decentrate. Per questa ragione, già dalla prossima settimana, potrebbero arrivare i primi sopralluoghi di strutture di proprietà comunale che darebbero un contributo non indifferente alla macchina dei vaccini. Alcune di queste si troverebbero all’interno del centro commerciale “Conca d’Oro” altre invece in strutture di riferimento delle periferie della città.

Fabrizio Ferrandelli Capogruppo +Europa

Sullo sfondo, resta la vicenda dei dati ballerini sui contagi, dell’indice di contagiosità nelle scuole e il sistema dei tamponi. Per Fabrizio Ferrandelli capogruppo di +Europa “Non dobbiamo fare calare il silenzio su questo ennesimo scandalo che ha travolto tutta la Sicilia. Durante l’audizione abbiamo appreso del rischio di finire i vaccini disponibili nella città metropolitana di Palermo per sabato. Sarebbe gravissimo. Sono intervenuto immediatamente con il sottosegretario di +Europa Della Vedova affinché possa trasmettere questa preoccupazione alla struttura del Generale Figliuolo”

Nei prossimi giorni, la stessa Commissione dovrebbe convocare la Direzione dell’Asp di Palermo per un ulteriore approfondimento. Nel frattempo, sul fronte del potenziamento del sistema sanitario, all’ Ospedale Cervello di Palermo, sono stati attivati 30 posti di terapia intensiva. Per il resto, le prossime ore saranno decisive per capire come andrà questo nuovo week end di vaccinazioni. Maltempo e vaccini disponibili permettendo.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin