Vaccini, consegnate 105mila nuove dosi di AstraZeneca in Sicilia :ilSicilia.it

Il fatto

Vaccini, consegnate 105mila nuove dosi di AstraZeneca in Sicilia

di
3 Aprile 2021

Il corriere espresso Sda di Poste Italiane sta provvedendo in queste ore alla consegna in Sicilia di 105 mila vaccini Astrazeneca.

Le ultime consegne sono destinate alle farmacie ospedaliere di Giarre (23.100), Milazzo (13.000), Enna (3.400), Palermo (26.000), Erice Casa Santa (9.000), Siracusa (8.300), Ragusa (6.700), Augusta (1.000), Agrigento (9.000), e Caltanissetta (5.500).

Salgono cosi’ a circa 400 mila le dosi anti-Covid recapitate da Sda nei centri dell’Isola dall’inizio delle forniture. Entro Pasqua il corriere di Poste Italiane gestira’ oltre 3 milioni 100 mila forniture su tutto il territorio nazionale.

Poste Italiane ricorda che la dose vaccinale e’ prenotabile dai cittadini rientranti nei target interessati attraverso i consueti canali messi a disposizione dall’azienda: la piattaforma prenotazioni.vaccinicovid.gov.it, il call center dedicato – telefonando al numero verde 800.009.966 attivo da lunedi’ al venerdi’ dalle ore 9 alle 18 (esclusi sabato e festivi) -, i 687 sportelli ATM Postamat e attraverso la rete dei 2.300 portalettere operanti sull’Isola.

Resta inteso che le prenotazioni sono subordinate alle disponibilita’ di slot stabiliti dai centri vaccinali. Qualora in fase di richiesta non fosse possibile procedere, si consiglia di riprovare nei giorni successivi ovvero quando le istituzioni comunicheranno nuove disponibilita’.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin