Vaccini, Genovese: "Manca un piano per studenti universitari e fuorisede" :ilSicilia.it

l'interrogazione del deputato

Vaccini, Genovese: “Manca un piano per studenti universitari e fuorisede”

di
28 Maggio 2021

«Ho chiesto al governo regionale di valutare l’opportunità di avviare, al più presto, un’interlocuzione con Roma per individuare una strategia che metta al centro del piano vaccinale gli studenti universitari, in particolare tutte quelle ragazze e quei ragazzi che stanno frequentando Corsi di Laurea presso atenei extraregionali e che al momento brancolano nel buio e nell’incertezza assoluta».

Così il deputato regionale Luigi Genovese, che ha depositato un’interrogazione destinata agli assessorati alla Salute e all’Istruzione per stimolare un percorso che miri all’organizzazione capillare e all’accelerazione del processo di vaccinazione degli studenti universitari.

«La ripresa delle attività in presenza, già a partire dagli appelli di esame estivi – dichiara Genovese – impone un intervento in corsa immediato. Si tratta di una situazione del tutto simile a quella degli studenti maturandi, i quali proprio in questi giorni sono tra i principali destinatari della campagna vaccinale. In questo caso, però, occorrerà anche evitare che chi studia lontano dalla regione in cui è residente debba affrontare – e letteralmente subire – iter farraginosi, e quindi essere costretto ad affrontare spostamenti chilometrici per ottenere la propria dose di vaccino anti-Covid. Già a partire dallo scorso febbraio gli Atenei hanno provveduto a vaccinare gli studenti di Medicina e delle Professioni sanitarie, adesso però manca un piano per tutti gli altri.

E, qualora la somministrazione venga fatta, così come sembra, al di fuori del sistema universitario, si porrà un problema fondamentale, di cui ho discusso con varie associazioni studentesche e sul quale serve immediatamente fare chiarezza: le evidenti criticità, in prospettiva, nella procedura di prenotazione del vaccino per gli studenti fuori sede, che allo stato attuale, con il permanere della logica dell’inoculazione presso hub e strutture sanitarie presenti nelle proprie regioni di residenza, possono, in breve, ottenere la vaccinazione solo se sono disposti a viaggiare e quindi ad affrontare problemi logistici ed esborsi economici ingiustificabili. Inoltre – conclude il deputato regionale – sarebbe necessario individuare una soluzione per affrontare, sempre in riferimento agli studenti fuori sede e in vista degli spostamenti previsti durante la prossima stagione estiva, anche il problema della somministrazione della seconda dose del vaccino nel caso in cui la prima sia già stata inoculata presso hub e strutture presenti in altre regioni».

© Riproduzione Riservata
Tag:

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Blog

di Renzo Botindari

Dopo Tanta Primavera è Giusto che Giunga l’Estate

Gli uomini invecchiano. I tempi cambiano e risulta naturale, necessario, saggio il cercare di andare avanti. Occorre metabolizzare i buoni e soprattutto i cattivi momenti, ma per evitare muri, divisioni ideologiche o di principio, non bisogna avere paura dell'alternanza e della necessità di dare una chance a chi vuole guadagnarsela sul campo. Nessuno è custode della verità assoluta.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.