Vaccini in azienda, Confapi Sicilia: "Aspettiamo una data dalla regione" :ilSicilia.it

La dichiarazione

Vaccini in azienda, Confapi Sicilia: “Aspettiamo una data dalla regione”

di
21 Marzo 2021

Dopo una settimana di conferme e nulla osta della Regione Siciliana e dell’Assessore alla Sanità, Ruggero Razza, e l’Assessore alle Attività Produttive, Mimmo Turano, in attesa di siglare il protocollo inviato da Confapi Sicilia e Sicindustria sulla campagna vaccinale nelle aziende associate, prosegue la mappatura e la ricognizione dei lavoratori e familiari da vaccinare.

Abbiamo lavorato, tutta la settimana, rispondendo alle tante domande e richieste pervenute dagli imprenditori associati. Nella sola giornata di sabato 20 marzo u.s., n. 30 aziende in più, iscritte a Confapi Sicilia, hanno manifestato la loro adesione all’iniziativa con un conteggio di circa 10 mila, tra lavoratori e familiari, disponibili alla vaccinazione. Un segnale importante che arriva da tutte e nove le province in cui Confapi Sicilia opera attivamente da 2 anni e mezzo. L’iniziativa e la proposta voluta fortemente da Confapi, con una nota inviata dal nostro Presidente Nazionale Maurizio Casasco al Presidente Musumeci e agli Assessori interessati, lo scorso 3 febbraio, è stata accolta da tutti gli imprenditori siciliani con grande entusiasmo. Segnale che il ricorso alle vaccinazioni nel settore produttivo ed economico sembrano essere l’unica via d’uscita sia dall’emergenza sanitaria sia di quella economica” – sostiene il Presidente della Confederazione delle Piccole e Medie Industrie (Confapi) Sicilia, Dhebora Mirabelli.

Confapi Sicilia, ha avuto modo di ascoltare anche i sindacati CGLI, CISL e UIL, venerdì 19 u.s. pomeriggio e gli stessi si sono detti disponibili a sensibilizzare e informare i loro Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza (RLS). Procedono, infatti, i lavori del Comitato Territoriale Covid-19 di Confapi Sicilia, CGIL, CISL e UIL con l’identificazione dei componenti e con un’azione e intervento di supporto e sostegno, ove richiesto dalle aziende, all’attuazione della campagna vaccinale.

ConFare Paritetico” è il nuovo strumento attuativo della pariteticità e welfare bilaterale a servizio di aziende e lavoratori di Confapi Sicilia.

Adesso siamo pronti a passare all’operatività, manca una data di sottoscrizione da parte della Regione, che mi hanno assicurato non tarderà ad arrivare in settimana, e poi anche qui in Sicilia possiamo, grazie anche alle nostre associate, raccogliere le registrazioni ufficiali sulla banca dati online di tutti i dati delle persone da vaccinare. Le aziende che hanno dato il consenso e la disponibilità hanno già attivato le interlocuzioni con i loro medici del lavoro e lavoratori e in alcuni casi, come il Gruppo Irritec, si sono impegnate a sostenere la costruzione di un hub vaccinale in una tecnostruttura che sorgerà in piazza Bontempo, nel cuore del comune di Capo D’Orlando, e consentirà ai medici del territorio di procedere a pieno regime con le somministrazioni dei vaccini, lavorando su nove postazioni: di queste, quattro verranno rese disponibili per le vaccinazioni dei medici di base, mentre le altre cinque saranno messe a disposizione dall’ASP di Messina”, conclude il Presidente Confapi Sicilia, Dhebora Mirabelli.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.