Vaccini in azienda, Confapi Sicilia: "Recuperare ritardi per lavoratori stagionali" :ilSicilia.it

la dichiarazione

Vaccini in azienda, Confapi Sicilia: “Recuperare ritardi per lavoratori stagionali”

di
8 Giugno 2021

A seguito della riunione odierna con il Commissario Covid, Alberto Firenze, e le altre associazioni datoriali presenti, Confapi Sicilia da voce alle sue aziende deluse.

Il ritardo nella risposta attuativa del protocollo siglato l’8 aprile u.s. da Confapi e Confindustria con la Regione siciliana, arrivata solo oggi dopo una nuova stipula di un protocollo piu’ esteso, ha scemato entusiasmo, motivazione e ratio della disponibilita’ a realizzare hub vaccinali aziendali nelle aree industriali più rappresentative della regione.

Da un’attenta analisi costi benefici, preso atto che in Sicilia la maggioranza dei lavoratori delle aziende sono vaccinate, non ha piu’ senso costruire nuovi centri vaccinali.

La forma ancora una volta ha prevalso sulla sostanza, o meglio la ricerca di una risposta piu’ accomodante possibile per tutti si e’ rivelata di fatto utile per nessuno: lavoratori e datori di lavoro soprattutto!

La Convenzione con L’Associazione Italiana Ospedalità Privata (Aiop), tanto decantata per fornire servizi agli imprenditori, si e’ di fatto rilevata inutilizzabile, considerato che di tutte le strutture associate solo una a Ganzirri ha dato disponibilita’ per mettersi al servizio delle imprese al Commissario Alberto Firenze. Confapi Sicilia aveva manifestato le sue perplessita’ fin dall’inizio: bastava che Aiop interpellare le sue associate prima di predisporre la Convenzione per capire la sua inoperatività.

In una logica pragmatica e orientata esclusivamente all’interesse della salute dei lavoratori e dell’economia locale, l’unica proposta, oggi,  che Confapi Sicilia ritiene di fare e’ la previsione di open day per fasce orarie per agevolare la rapida vaccinazione dei lavoratori stagionali presso aziende del settore turistico-alberghiero e in agricoltura impegnati nei prossimi mesi con un sovraccarico di manodopera e di personale giovane e giovanissimo che necessita di essere messo in sicurezza il piu’ presto possibile.

“Recuperare si può, anzi credo sia doveroso per i settori che puntano alla reale ripresa in questa stagione estiva. Eravamo tra le prime Regioni a pensare alla ripresa dell’economia non trascurando la sicurezza e salute dei lavoratori. Speriamo di non rischiare di diventare per l’ennesima volta il fanalino di coda del Paese”- il Presidente Confapi Sicilia, Dhebora Mirabelli.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin