Vaccini, Musumeci: "In arrivo 43mila dosi AstraZeneca per i richiami over60" :ilSicilia.it

la dichiarazione

Vaccini, Musumeci: “In arrivo 43mila dosi AstraZeneca per i richiami over60”

di
14 Giugno 2021

“Il mondo scientifico e le linee guida del Governo nazionale non hanno mai scoraggiato l’apertura al vaccino AstraZeneca per altre fasce d’eta’. Si e’ detto che tutti dovevano essere vaccinati, cio’ e’ stato anche pianificato in sede di Conferenza delle Regioni. Il problema non e’ voler eliminare le scorte di vaccini, e’ dover andare spediti in sede di vaccinazione“. Lo ha detto il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, intervenuto a L’aria che tira su La7.

Da ora non useremo piu’ AstraZeneca – ha aggiunto – per chi ha meno di 60 anni, mentre il siero Johnson verra’ dato in dotazione solo a medici che hanno a che fare con pazienti che potranno vedere solo una volta per evitare di tornare al domicilio una seconda volta. Ma ricordo come allargare alle fasce piu’ giovani non e’ stato un rimedio per evitare di rendere inutili le scorte dei vaccini. Aspettiamo attualmente – ha annunciato il governatore siciliano – 43 mila dosi di Astrazeneca, le utilizzeremo per il richiamo a cittadini con piu’ di 60 anni senza patologie”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Come andato questo giro?

Lo sanno tutti che qui tutto cambia affinché tutto rimanga come prima e per questo per avere una chance dopo aver perso, meglio non farsi nemico l’avversario
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin